Home Digitale Infinidat: perché nel 2022 conterà avere storage super veloci

Infinidat: perché nel 2022 conterà avere storage super veloci

L’intervista a Andrea Sappia, di Infinidat.
A distanza di un anno dal varo a livello europeo del recovery plan, che in Italia ha portato al PNRR, 01net realizza un’inchiesta, basata su un ciclo di interviste con le principali società che operano in Italia nell’ICT sulla loro strategia per la digitalizzazione delle aziende italiane nel 2022.
Parliamo con loro di quattro temi cardine della trasformazione digitale: resilienza, cybersecurity, cloud, sostenibilità ambientale e sociale e le risposte consentono di costruire la mappa di partecipazione delle realtà ICT alla crescita del Paese in senso digitale.
E c’è un tema in più, il quinto: con spirito consulenziale, chiediamo di fornire agli imprenditori italiani un’idea in più, capace di produrre valore immediato sul piano dell’efficienza e della competitività.

Per Infinidat ci ha risposto il Solutions Architect Italy, Andrea Sappia.

Un anno dopo il Recovery Plan, a che punto siamo con la reale trasformazione del Paese: con quali soluzioni, competenze e servizi partecipate alle missioni del PNRR che coinvolgono il digitale?

Infinidat, con la propria tecnologia si pone alla base della trasformazione digitale che le imprese devono affrontare per restare competitive in uno scenario di mercato in evoluzione. La tecnologia di Infinidat offre soluzioni di data storage con prestazioni elevate, disponibilità del dato garantita al 100% ed il costo totale di proprietà (TCO) più basso possibile su scala petabyte.

Per garantire questi vantaggi risulta fondamentale l’approccio AIOps multidimensionale di Infinidat, che include la combinazione complementare di AI-in-the-box (Neural Cache incorporata nei sistemi InfiniBox), AI-outside-the-box (InfiniVerse che integra il portafoglio di piattaforme Infinidat) e l’ampio ecosistema di partnership tecnologiche AI di Infinidat.

Il 2021 è stato l’anno in cui il tema della cybersecurity è atterrato in tutte le imprese. Quali prospettive concrete vi siete dati per il 2022?

Secondo studi recenti gli attacchi ai sistemi informatici si verificano, in media su scala globale, ogni 14 secondi. Oggi, gli hacker sono in grado di sviluppare strumenti sempre più sofisticati per attuare i propri piani criminali; in particolare, nell’ultimo anno, con l’aumento del numero di lavoratori in smart working, la superficie di attacco si è notevolmente ampliata: il semplice backup non è più sufficiente perché i cyber-terroristi sono in grado di attaccare anche il backup e l’infrastruttura di storage che ospita queste soluzioni.

Diventa quindi necessario mettere in atto una strategia di cyber security in grado di salvaguardare sia i dati sui sistemi primari che le soluzioni di backup attraverso funzionalità di protezione trasparente, utilizzando un approccio altamente innovativo nella difesa contro ransomware e altre minacce informatiche.

Infinidat garantisce la massima protezione, sia da minacce provenienti dall’interno che dall’esterno, grazie alla creazione di copie non modificabili e non cancellabili dei dati, permettendone un rapido ripristino in ogni situazione. Duplicando i documenti e rendendoli inattaccabili, il riscatto non ha più ragione di esistere.

La soluzione InfiniGuard CyberRecovery, grazie a Immutable Snapshot, è in grado di assicurare il ripristino immediato in qualsiasi punto della cronologia dei dati, garantendone integrità e coerenza. Il tutto senza interruzioni del servizio. Garantendo che le copie dei dati non possano essere eliminate, crittografate o modificate, nel giro di poche ore è possibile, infatti, effettuarne il ripristino con tempi di inattività pari a zero.

Componente fondamentale della trasformazione digitale è il cloud. Quali sono le scelte che dovranno compiere le aziende italiane nel 2022?

Oggi, le aziende di ogni dimensione, dalle startup alle grandi multinazionali, fanno leva su una loro trasformazione digitale non solo per apportare miglioramenti su larga scala, ma anche per promuovere internamente cambiamenti significativi, ripensando totalmente al modo di lavorare e spesso scegliendo di portare in Cloud parte delle applicazioni e dei dati.

La strategia migliore, quindi, continuerà anche nel 2022 ad essere quella del Cloud ibrido che deve prevedere comunque la gestione on premise di un volume importante dei dati aziendali.

Infinidat con il modello Elastic Pricing consente ai propri clienti di vivere l’esperienza del cloud con una soluzione storage on-premise, mettendo insieme prestazioni e sicurezza con la flessibilità nell’uso dei dati e della capacità presente sui sistemi storage. Elastic Pricing consente di sfruttare entrambi i modelli CAPEX e OPEX: il cliente acquista la sola capacità di cui hai bisogno oggi come baseline, ma Infinidat consegna comunque una configurazione completa del sistema con una capacità superiore; quindi, è possibile espandere la capacità in uso di cui si ha bisogno, quando se ne ha bisogno, utilizzando un modello di acquisto (CAPEX) ma, cosa più importante, anche con una soluzione a servizio (OPEX) che permette di accrescere o ridurre il volume dei dati in uso pagando solamente quanto effettivamente utilizzato.

Dopo il Cop26 si è capito che la sostenibilità, sia ambientale sia sociale, oramai riguarda non solo tutti i Paesi ma anche tutte le aziende. Qual è la vostra strategia riguardo questi temi?

Infinidat comprende che le tecnologie sostenibili sono essenziali, non solo per ottenere risparmi sui costi, ma anche per preservare l’ambiente in cui viviamo. Per questo, grazie alla rivoluzionaria architettura dello storage InfiniBox, offre una soluzione ecologica e quindi sostenibile per l’archiviazione dei dati con i più alti livelli di prestazioni, disponibilità e scalabilità richiesti dalle aziende.

La creazione di array di storage ad alte prestazioni è stata resa più semplice dall’avvento dei dispositivi NAND, ma a differenza di molte soluzioni concorrenti, Infinidat, con la propria soluzione Software Defined, è in grado di innovare senza rendere necessario l’uso di costosi media come i dischi Flash, creando un nuovo approccio più sostenibile. Questo approccio utilizza componenti standard e aumenta il rapporto tra componenti a bassa potenza e componenti ad alta potenza (ad es. rapporti disco: controller). Il risultato è una soluzione di gran lunga migliore per l’ambiente, in grado di fornire le prestazioni di un All-Flash-Array, con un TCO complessivo (CapEx e OpEx) inferiore.

L’idea ICT del 2022

Se doveste proporre un unico investimento (prodotto, soluzione, metodologia) a un’azienda italiana, una scelta capace di produrre da subito un beneficio a livello di efficienza e competitività, su cosa verterebbe il vostro consiglio?

Infinidat ha sviluppato una soluzione storage “Flash Optimized”, innovativa e rivoluzionaria con più di 180 brevetti Software per la gestione del dato con brevetti per il Caching basati su algoritmi di Intelligenza Artificiale e Machine Learning.

Tutto questo permette di proporre sul mercato soluzioni InfiniBox con garanzia di performance molto elevate paragonabili se non superiori ai tradizionali sistemi All-Flash.

InfiniBox è l’unico storage attualmente sul mercato che basa la gestione, le prestazioni e l’efficienza del dato sull’implementazione di modelli predittivi che dinamicamente predispongono lo storage in modo ottimizzato indipendentemente dal profilo di workload e dal tipo di accesso.

Il tutto con disponibilità del dato garantita al 100% e possibilità di scalare fino a molteplici petabyte di capacità effettiva in un unico rack standard senza nessun degrado di performance.

Questo comporta una ridotta attività manuale di amministrazione e un’estrema facilità d’uso, tali per cui i nostri clienti definiscono lo storage InfiniBox una soluzione “set and forget”, ovvero un sistema che una volta installato non ha bisogno di costanti e ripetitive attività di gestione e di tuning.

Leggi tutti i nostri articoli su Infinidat

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato sulle novità tecnologiche

css.php