In crescita gli ISV middleware di Red Hat

L’aumento riguarda sia il settore tecnologico sia quello applicativo Oggi sono oltre 500 le applicazioni degli independent software vendor certificate.

Il numero di Independent Software Vendor (ISV) che hanno certificato le loro applicazioni con le piattaforme JBoss Enterprise Middleware è cresciuto in modo significativo. Lo ha reso noto Red Hat, che ha fatto sapere che dal lancio del JBoss Certified ISV Program a fine 2008 sono oltre 500 le applicazioni ISV certificate.

L'espansione degli ISV è avvenuta su scala globale, con oltre il 50% delle certificazioni JBoss Enterprise Middleware registrate in Europa e in Asia. Tra le differenti le tipologie di vendor che stanno abbracciando il middleware open source troviamo gli ISV tecnologici, che integrano i loro prodotti con le piattaforme JBoss Enterprise Middleware come parte di una soluzione omnicomprensiva: database, content management, strumenti di BI, governance SOA, user-provisioning, SSO e prodotti per il monitoraggio delle performance. Ma stanno aumentando anche gli ISV di applicativi che operano con piattaforme JBoss Enterprise Middleware e le ridistribuiscono quale parte integrante della loro offerta.

Dal lancio del JBoss Certified ISV Program alla fine del 2008, Red Hat ha ampliato il suo portafoglio JBoss Enterprise Middleware fornendo upgrade significativi per JBoss Enterprise Application Platform e JBoss Enterprise SOA Platform. Con l'introduzione del programma JBoss Open Choice, Red Hat ha incluso inoltre JBoss Enterprise Web Server e JBoss Enterprise Web Platform. Gli ISV possono ora offrire applicazioni attraverso una gamma di piattaforme JBoss Enterprise Middleware, da quelle caratterizzate da carichi di lavoro leggeri basati su Tomcat fino ad applicazioni enterprise a elevato numero di transazioni.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome