Il mondo enterprise nel mirino di Salesforce.com

Con un nuovo direttore generale, Margherita Dellea, la società punta a far attecchire il Crm on demand nel mercato nazionale di fascia alta. Le Pmi saranno seguite dal centro irlandese.

Salesforce.com, società riconosciuta leader a livello mondiale nel Crm on demand, ha deciso di incrementare il proprio impegno in Italia, in particolare sul mercato enterprise, iniziando con la nomina di un nuovo direttore generale, Margherita Dellea.


Arrivata in Salesforce.com dall’inizio di gennaio, proveniente da Portal Software, dove ha contribuito a rilanciare notevolmente la struttura, la manager ha ribadito che le Pmi italiane verranno seguite direttamente da Dublino, mentre il suo gruppo (per ora tre persone) dovrà avviare una serie di contatti diretti con le imprese (considerate tali oltre i 500 dipendenti), per le quali è previsto un approccio personalizzato.


Ha, inoltre, sottolineato che la sua fiducia nell’accrescere il business sul fronte enterprise (la corporate le ha chiesto un raddoppio del fatturato per l’esercizio in corso, che chiude a gennaio 2006) poggia su un’offerta ritenuta ormai adeguata per quel mercato, i cui punti di forza sono dati dalla faciltà di utilizzo, in quanto è nata con il concetto del Web, e dal fatto che consente agli utenti di personalizzarsi le applicazioni in base alle esigenze del mercato in cui operano.


Per questo, afferma che per l’offerta della sua società non ha senso parlare di verticalizzazioni.


Infatti, la famiglia Salesforce.com e Supportforce.com includono Customforce.com, un toolkit che consente una completa personalizzazione on demand, attraverso una semplice interfaccia "point-and-clik", per cui ogni azienda può ritenersi unica.


Inoltre, le applicazioni di Salesforce rendono il Tco (Total cost of ownership) prevedibile, in quanto il costo varia in base al numero delle licenze usate.


Sul fronte servizi, la manager ha confermato la volontà di Salesforce di mantenere internamente la fornitura di servizi ai clienti, perché consentono alla forza vendita di capire meglio i problemi dell’utente, ma contemporaneamente cercherà anche di selezionare una serie di partner (sotto la decina) a cui appoggiarsi per la system integration, e altri di tipo consulenziale.


Dellea, inoltre, ha anticipato che l’head quarter europeo è stato spostato da Dublino a Ginevra e che per il futuro è in previsione la costruzione di un data center anche per il Vecchio Continente.


Attualmente Salesforce.com sta conoscendo un forte incremento a livello mondiale. Infatti il bilancio chiuso a fine gennaio 2005 ha evidenziato una crescita del fatturato dell’84%, pari a 176 milioni di dollari, mentre l’utile è passato da 3,5 a 7,3 milioni.

CONDIVIDI

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here