Il Forefront della sicurezza

Al TechEd 2006 Microsoft fa il punto sul proprio ombrello di sicurezza.

Al TechEd 2006 di Barcellona, oggi si è parlato di sicurezza, soprattutto nella direzione di contenere le vulnerabilità dei sistemi operativi.

Sotto l'ombrello Forefront, che ha sostituito tutti i marchi dei prodotti che, in passato, erano dedicati alla protezione, come Isa (Internet Security and Acceleration) 2006 e Antigen, verrà rilasciata nel corso dei prossimi mesi (più probabilmente entro metà del 2007) una serie completa di soluzioni di sicurezza di reti, server e desktop.

A detta dei manager di Microsoft, Forefront è stato sviluppato con l'obiettivo di semplificare al massimo la gestione dei prodotti di protezione in azienda, centralizzandola in una console (dall'interfaccia grafica piuttosto intuitiva) e appoggiando tutta la reportistica sul backend del database Sql.

Con i management pack rilasciati di recente per Isa 2006 e Antigen, questi componenti dell'offerta Forefront sono già monitorabili attraverso Mom (Microsoft Operations Manager) e, col tempo, la casa di Redmond includerà pacchetti per la gestione di altri software proprietari all'interno di questa piattaforma.

Particolare attenzione verrà prestata, poi, alla sicurezza degli accessi, quindi alla gestione delle identità, che verrà integrata all'interno di Miis (Microsoft Identity Integration Server).

Quest'ultimo prodotto permetterà di controllare non solo l'accesso degli utenti ma anche le singole applicazioni sviluppate all'interno dell'azienda, che potranno essere trattate dal sistema alla stregua di un qualsiasi utente fisico. Già disponibile in beta pubblica c'è, invece, da qualche mese il componente Client Security, per la protezione dai codici maligni dei sistemi operativi desktop, laptop e server proprietari, quindi Windows 2000, Xp, Vista e Windows Server 2003.

A detta dei manager Microsoft, questo strumento fornisce una protezione unificata a tutte le minacce più attuali: «Quello del malware è il cruccio del momento per i responsabili It - ha stigmatizzato Paul Bryan, direttore marketing dei prodotti Security and Access -. Basta pensare che in tutto il mondo abbiamo stimato che ci siano oltre 2,7 miliardi di esecuzioni di prodotti per l'identificazione delle minacce di nuova generazione. Questo può dare un'idea di quanto i prodotti anti malware siano popolari al momento».
E Microsoft non può lasciarsi sfuggire un mercato come questo.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome