Il 24 e 25 ottobre a Bruxelles si parla di agenda digitale

Il primo tema all’ordine del giorno nella seduta fissata a fine ottobre è lo stato di avanzamento di tutti i progetti e i processi legati all’attuazione dell’Agenda Digitale.

Mentre l’Italia ha deciso di puntare su una agenda digitale slim, focalizzata, secondo quanto dichiarato pochi giorni fa dallo stesso Francesco Caio, su tre punti chiave, anagrafe unica, identità digitale e fatturazione elettronica, l’Europa prova ad allargare lo spettro e mette proprio l’agenda digitale al primo punto tra i temi in discussione in occasione del prossimo Consiglio il 24 e il 25 ottobre prossimi.

Secondo quanto si legge nel programma, i tre temi all’ardine del giorno sono economia digitale, innovazione e servizi; crescita, competitività e lavoro; unione economica e monetaria.
In particolare, per quanto attiene l’agenda digitale tre sono i punti in discussion:
- analizzare lo stato dell’agenda digitale, con l’obiettivo di fornire le linee guida per il completamento del Mercato Unico Digitale entro il 2015;
- fissare i progressi conseguiti nell’area dell’innovazione dopo l’analisi del tema nel mese di febbraio 2011 e stabilire, laddove necessario, ulteriori orientamenti per il completamento dell’Aree d Ricerca Europea entro il 2014 e gli sviluppi successivi;
- affrontare il tema della revisione della Direttiva Servizi, a seguito dei contributi da parte della Comissione e analizzare anche le prospettive del processo delle Licenze per l’Europa.

CONDIVIDI

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here