Ibm rivede la propria offerta di servizi

Nate all’insegna del cloud, le nuove proposte riguardano la sicurezza, la continuità operativa, la gestione e monitoraggio delle infrastrutture It. Più facilmente fruibili da parte delle imprese, saranno fornite dei business partner.

L'obiettivo è favorire le attività e le opportunità del canale. Per raggiungerlo Ibm ha ridisegnato la propria offerta, in modo che sia facilmente fruibile dalle imprese e rapidamente integrabile all'interno delle offerte dei business partner.
Il portafoglio della società si compone quindi ora di proposte “a valore” in aree strategiche, come la sicurezza delle informazioni, la continuità operativa, la gestione e monitoraggio delle infrastrutture It.

Più in dettaglio, nell’ambito della continuità operativa e del disaster recovery, tra le nuove opportunità troviamo una soluzione per il prelievo dei salvataggi su nastro, il loro immagazzinamento in “caveau” di sicurezza e l’eventuale riconsegna. Il servizio è disponibile a prezzo fisso per prelievi giornalieri/settimanali con durata minima annuale.
E' anche disponibile una soluzione per la spedizione presso il cliente di un sistema a configurazione predefinita e l’assistenza all’installazione e l’utilizzo per 21 giorni in caso di disastro con durata triennale (le piattaforme supportate sono Power Systems i e Power Systems p).
Un'ulteriore opportunità è il ripristino delle attività del cliente con spedizione presso location alternativa e/o il centro Ibm oppure, qualora possibile, su un'unità mobile disponibile in 48 ore. Oltre all’assistenza, tale soluzione comprende anche l’utilizzo del sistema alternativo per 42 giorni e ha una durata triennale.
Queste offerte sono disponibili a prezzo predefinito, dell’ordine di alcune migliaia di euro, e accessibili a tutti i clienti attraverso la rete dei partner Ibm.

In caso invece di esigenze più complesse, Big Blue mette a disposizione i suoi 2 centri italiani di disaster recovery con possibilità di avere, oltre al sistema disponibile, anche postazioni di lavoro attrezzate secondo le specifiche esigenze dei clienti.

Nell’ambito della sicurezza, della protezione delle informazioni e del monitoraggio dei sistemi, le offerte vengono erogate dai business partner anche in modalità “cloud”: in tal modo, il partner diventa integratore e fornitore di parte del servizio.

Il canale potrà per esempio offrire la soluzione Remote Data Protection per il salvataggio remoto e il ripristino dei dati sia di server sia di client, oppure la soluzione Fast Protect Online per la protezione dei dati su laptop/desktop.
Entrambe le proposte sono 7 x 24, offrono servizi gestiti e sono disponibili in modalità “pay per use” con assistenza multilingua.

Infine, è disponibile una soluzione per il monitoraggio di sistemi operativi, database e applicazioni per quei clienti che vogliono mantenere il controllo e la proprietà degli asset ma necessitano di un servizio gestito (7 x 24) per garantire continuità e tempestività di risposte in caso di calo di performance o di caduta di sottosistemi operativi/applicativi. Anche per questa soluzione la modalità di offerta è “pay per use” .
L’architettura prevede la fornitura del servizio e degli asset da parte di Ibm, lasciando al partner la gestione della soluzione attraverso un portale e la fornitura dei servizi accessori (consulenza iniziale, gestione degli eventuali “incident” e assistenza on-site).

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome