Ibm e Dell, due nomi vincenti in un mercato dei server in crisi

Secondo l’ultimo studio rilasciato da Gartner, il valore complessivo delle vendite del comparto ha raggiunto i 43 miliardi di dollari, con un calo dell’8% rispetto al 2001. A farne le spese pare sia stata soprattutto Hp.

25 febbraio 2003 Nel 2002 Ibm e Dell sono riuscite a erodere la posizione di Hewlett-Packard nel mercato mondiale dei server, ma l'annata si chiude per tutti con un risultato complessivo deludente. Secondo l'ultimo studio rilasciato da Gartner il valore di questo segmento raggiunge i 43 miliardi di dollari, con un calo dell'8% rispetto al 2001. Ibm mantiene la prima posizione in classifica, perdendo però il due percento dei fatturati, scesi a 13,4 miliardi. In termini di quota di mercato l'andamento è più incoraggiante per Big Blue, che guadagna poco più di due punti percentuali controllando così il 31,1% del mercato rappresentato dai server Unix, Intel e Linux.

Il mercato dei server, cresciuto enormemente nel corso del boom di Internet di fine anni novanta, soffre in modo particolare dell'attuale fase recessiva ma secondo Gartner ha subito un leggero miglioramento nell'ultimo trimestre del 2002 e dovrebbe crescere ancora nel 2003. Dell, al quarto posto assoluto, è l'unica a poter vantare un aumento di quote di mercato e di fatturati, cresciuti del 6% a 3,2 miliardi. Ora la sua quota di mercato è pari al 7,5%. Al terzo posto Sun, che perde il 10% su un fatturato di 6,5 miliardi di dollari e scende al 15,1% di quota mercato. La numero 2 è Hewlett-Packard, che chiude con 11 miliardi di fatturato (-13%) e vede restringersi al 25,2% la propria presenza sul mercato.

Nelle classifiche specialistiche Sun continua a guidare le danze nel segmento Unix, tuttora il più consistente del mercato, con il 38% di quota per un fatturato di 6,5 miliardi. Segue Hp con il 30% di quota e 5,2 miliardi di valore per i server Unix venduti, e al terzo posto (21% con un leggero aumento) Ibm, che perde però il 7% del fatturato chiudendo a 3,6 miliardi. Crescite molto consistenti per Linux, che passa da 1,3 a 2 miliardi di fatturati complessivi (negli Usa la crescita nell'ultimo trimestre dell'anno è stata addirittura del 90%). Qui il marchio dominante è Ibm, con 759 milioni di fatturato. Al secondo posto Hp (507 milioni) e al terzo Dell (365).

Per i server su base Intel i valori si riducono del 5%, a 16,4 miliardi complessivi ma Gartner prevede un possibile sorpasso nel 2003 per un segmento che oggi è separato dal campo Unix solo di un miliardo di dollari. Il leader del settore è Hp con 5,1 miliardi di fatturato e il 31% di quota mercato in leggero calo. Al secondo posto Dell raggiunge con 3,2 miliardi di fatturati la quota del 19,6%, mentre al terzo posto Ibm cresce molto in volume di vendite (+16% per 2,8 miliardi) e quota di mercato (17,3%).

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here