Server venduti, più 4,2% nel 2002

Dataquest registra una crescita contenuta ma abbastanza incoraggiante, grazie alla spinta rilevata nell’ultima parte dell’anno. Hp continua a guidare la graduatoria e riesce a tenere a distanza i rivali, a partire da Dell. L’87% del mercato è fatto di macchine a base Intel.

27 gennaio 2003 Riprende quota il commercio mondiale di sistemi server ma l'epoca d'oro della crescita a due cifre non tornerà tanto presto, secondo le valutazioni dei ricercatori Dataquest. Il volume di server consegnati è aumentato del 4,2% nel 2002 sul 2001 e Hewlett-Packard continua a condurre con un discreto margine sul suo inseguitore diretto, Dell. Le informazioni indicano che se gli andamenti hanno avuto una certa ripresa nell'ultimo anno ancora non ci sono i segni della marcata esplosione registrata sul finire degli anni novanta.

Con l'acquisizione di Compaq, Hp è stata proiettata in vetta alla classifica delle vendite per costruttore con un volume combinato di 1,39 milioni di server pari a poco più del 30% della quota del mercato mondiale. Al secondo posto, come già sottolineato, Dell che con oltre 851mila macchine consegnate registra in termini percentuali la crescita più significativa (il 19,3% rispetto al 2001). L'accoppiata Compaq/Hp ha in realtà perso leggermente rispetto ai dati disaggregati del 2001, quando Compaq vendeva poco più di un milione di server e Hp superava le 428.000 unità. Anche Ibm perde terreno, con un calo dell'1,3% che la porta a quasi 658.000 macchine vendute. Marcata la crescita di volume di Sun, che con 277.300 sistemi ottiene nel 2002 un più 6,7%. Le cifre si riferiscono a sistemi sia ad architettura Intel sia Risc, come i Sun Sparc o gli Ibm Power4. In generale un server Risc garantisce entrate più consistenti per i costruttori, ma oggi l'87% dei server presenti sul mercato è su base Intel.

Geograficamente parlando, gli Stati Uniti hanno registrato una crescita del 13,8% in sistemi venduti ma i fatturati non sono aumentati in proporzione, mentre l'Europa (accomunata al Medio oriente e all'Africa) pur registrando un buon mese di dicembre non riesce a recuperare su un annata decisamente poco felice e i fatturati dovrebbero essere in ulteriore calo. L'Asia-Pacifico cresce come area geografica, ma le prospettive per il 2003 sono ancora incerte.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome