Ibm: bene mainframe e servizi

Crescono gli utili, mentre il fatturato si ridimensiona in seguito alla cessione del business pc a Lenovo.

Grazie ai servizi e al buon andamento di alcuni business verso le grandi
aziende, Ibm chiude una trimestrale positiva.
Nel
quarto trimestre d'esercizio
, il fatturato risulta in calo rispetto a
un anno fa, in seguito alla cessione del business pc ora passato a Lenovo e
passa da 27.7 a 24,4 miliardi di dollari. A perimetro
comparabile, sostiene la società, il fatturato risulta invece in crescita del
3%.
Importante è invece quanto messo a segno sul fronte degli
utili.
Si parla di utili per 3.19 miliardi, pari a 1,99 dollari
per azione
, in rialzo rispetto ai 2,83 miliardi, pari a 1,67 dollari
per azione, del pari periodo dell'anno precedente.

Bene, nel periodo in
esame, le vendite di mainframe, che hanno aiutato a tenere alto il fatturato, e
bene anche il giro d'affari legato ai servizi, che ormai rappresenta oltre il
50% del business complessivo. Si attesta sui 12 miliardi, in calo rispetto
allo scorso anno ma ben al di sopra delle attese degli analisti, ferme a 11
miliardi di dollari.
In rialzo anche la domanda sul fronte server, segmento
nel quale Ibm conferma la leadership.

CONDIVIDI

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here