I blade di Ibm per le Pmi

Con il BladeCenter Express a 1.000 dollari, Big Blue dà una scrollata al medio mercato. E ci aggiunge anche soluzioni integrate.

Ibm ha rilasciato uno chassis per blade che è molto di più di un semplice contenitore di server "a lama".


Di fatto rappresenta un'idea, forte, di sviluppo del mercato della piccola e media impresa.


Con il Bladecenter Express, infatti, Big Blue intende portare sul mercato di fascia medio-bassa, non solo uno chassis che costa solo 1.000 dollari, ma anche uno strumento ideale per interfacciare una serie di soluzioni, chiamate "Business-in-a-box" indirizzate allo small-medium business e partecipi della politica di flessibilità applicativa da tempo abbracciata dalla casa di Armonk.


Il BladeCenter Express può ospitare dino a 14 server a due vie, a partire dal blade base da 2.800 dollari.


Quindi la scalabilità è assicurata. Ma la novità tecnologica è data dal fatto che Big Blue prova a portare all'interno dei data center delle Pmi anche un Nas (Network attached storage) integrato nello chassis, in luogo della più costosa metodologia (valida in ambiti enterprise) di connessioni Fibre Channel verso San (Storage area network).


Così le Pmi avranno l'opportunità di conoscere e applicare il concetto blade, anche senza dover disporre di una rete per la gestione delle informazioni "troppo" evoluta.

Il secondo, importante e contestuale tassello dello sviluppo del mercato Pmi è dato dalle soluzioni "Business-in-a-box". Trattasi di architetture a cui far riferimento, basate sui dati di fatto, cioè sulle esperienze dirette dei clienti del settore. Sono bundle veloci e modulari, che consentono alle Pmi di scegliere, anche con una certa celerità, gli elementi da inserirvi.


Una soluzione, per esempio, è quella che, senza troppi preamboli, viene definita dal management di Big Blue delle partnership relative ai blade server, come "un datacenter basato su Microsoft": costruito sul software di gestione Ibm Director, in configurazione piena contempla sei blade in uno chassis, compresi quelli per far girare, sotto Windows Server 2003, Sql Server, Exchange e Internet Security & Acceleration Server.


Altre configurazioni architetturali comprendono Linux con Db2 e applicazioni opensource di file, print ed e-mail server, oppure un blade basato su Citrix per fungere da datacenter di applicazioni per utenti remoti.


Sia il BladeCenter Express, sia le soluzioni Business-in-a-box saranno rilasciati negli Usa alla fine di novembre.

CONDIVIDI

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here