I big data danno Lustre ai datacenter

Collaborazione tra NetApp e le community OpenSfs ed Eofs per dare maggiori funzionalità.

Università, laboratori e community che operano con soluzioni di high performance computing hanno scelto soluzioni basate sul file system Lustre per migliorare la velocità e l'accuratezza delle elaborazioni scientifiche in aree come geonomica,  bioinformatica, difesa e modelli per la simulazione del clima.

La cosa ha spinto NetApp a diventare membro delle community OpenSfs e Eofs (European Open File System).

OpenSfs si focalizza sulle necessità di collaborazione e comunicazione per gli sviluppatori Lustre e sul supporto di una versione Lustre che risponda alle esigenze chiave dei clienti.
Eofs promuove l'installazione e l'adozione di Lustre come file system parallelo open source con un supporto continuativo per sostenere e incrementare la qualità, le capacità e le funzionalità. In questo modo si vuole rispondere alle richieste specifiche di organizzazioni, istituzioni e aziende europee.

NetApp ha recentemente lavorato con Whamcloud per far nascere l'iniziativa Open Benchmark for Lustre, che definisce, standardizza e promuove parametri di riferimento per sistemi storage.
La soluzione NetApp di High-Performance Computing per Lustre annunciata lo scorso autunno è costruita per scalare in larghezza di banda e densità, dando affidabilità per risolvere complessi problemi di ricerca, modellazione e simulazione.

CONDIVIDI

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here