HP thin client, nuove soluzioni ampliano il portfolio

Gli HP thin client
Gli HP thin client

HP ha reso noto di aver esteso la propria offerta di thin client con soluzioni pensate per  ottimizzare la transizione verso le infrastrutture VDI e gli ambienti cloud.

I thin client HP sono progettati per essere versatili, sicuri e facili da distribuire e da gestire, agevolando il compito dei responsabili IT delle aziende.

HP t740, uno dei thin client più potenti al mondo, offre:

  • Prestazioni superiori grazie al processore Ryzen V1756B di AMD.
  • Supporto nativo per quattro display UHD/4K.
  • Slot di espansione PCIe configurabile che supporta opzioni per scheda grafica non integrata, rete e scheda di I/O.
  • Possibilità di aggiungere una scheda grafica AMD Radeon, aumentando il supporto dai quattro display UHD/4K nativi fino a sei display UHD/4K.
  • Tecnologia AMD MemoryGuard, disponibile solo per i clienti thin client HP, che fornisce la crittografia della memoria in tempo reale per la protezione dagli attacchi cold boot.
  • Fino a 512 GB di archiviazione flash e fino a 32 GB di memoria di sistema.
  • Opzione con scheda di rete per fibra ottica, che offre il massimo livello di connettività di rete protetta.

Questa soluzione della società statunitense sarà disponibile nell’area EMEA a settembre 2019, a partire da 580 euro.

HP t640, il primo thin client con funzionalità di autodifesa, include:

  • Tecnologia AMD MemoryGuard (disponibile solo per i thin client HP), che fornisce la crittografia della memoria in tempo reale per la protezione dagli attacchi cold boot.
  • Potenza per l’elaborazione mainstream e la grafica grazie al processore AMD Ryzen R1506G.
  • Le più recenti tecnologie di memoria e flash, che assicurano un’elaborazione rapida in remoto e in locale.
  • Supporto nativo per tre display UHD/4K.
  • Singolo cavo per alimentazione USB-C e video, in modo da ridurre il disordine.
  • Fino a 35 opzioni per i sottosistemi, che garantiscono versatilità per gli utenti finali e un’ampia gamma di scenari di utilizzo.
  • Certificazione della conformità agli standard tecnici EN/IEC 60601-1-2 per la sicurezza negli ambienti sanitari.
  • Design esclusivo per i flussi d’aria, che consente il montaggio e l’orientamento in diverse modalità per più scenari di utilizzo e attività.

HP t640 sarà disponibile nell’area EMEA a settembre 2019, a partire da 460 euro.

HP ThinPro PC Converter riduce le spese delle aziende durante le transizioni verso un’infrastruttura VDI, consentendo ai reparti IT di riutilizzare vecchi dispositivi come endpoint thin client HP sicuri e gestibili. Ecco le caratteristiche salienti:

  • Massimizzazione del valore dei dispositivi esistenti. È possibile aumentare la vita dei desktop, dei notebook e dei thin client esistenti sostituendo il sistema operativo del dispositivo con HP ThinPro basato su Linux. In alternativa, è possibile eseguire l’avvio di HP ThinPro con un’unità USB per mantenere il sistema attuale: una soluzione ideale per le aziende che gestiscono ambienti Bring-Your-Own-Device.
  • Sicurezza multilivello. Le funzionalità di sicurezza incorporate di HP ThinPro consentono di offrire una virtualizzazione sicura, con una minore frequenza di attacco dei virus e un file system bloccato in sola lettura per impedire aggiornamenti non autorizzati.
  • Gestione semplificata dei dispositivi. Tutti i dispositivi e i dati possono essere gestiti in modo centralizzato tramite la console HP Device Manager, inclusa in HP ThinPro PC Converter.

HP ThinPro PC Converter con 1 anno di manutenzione e supporto è già disponibile a partire da 110 euro (è richiesto l’acquisto di manutenzione e supporto, con l’opzione di supporto per 1 anno o per 3 anni a costi aggiuntivi)

Per una gestione semplificata dei dispositivi, HP Device Manager 5.0 è stato riprogettato con un’interfaccia moderna e intuitiva e nuove funzionalità aggiuntive per assicurare un’esperienza di gestione più efficiente, soprattutto in tre aree:

  • Gestione e monitoraggio centralizzati. Uno strumento di amministrazione semplice e potente che consente al personale IT di configurare, aggiornare e risolvere i problemi dei thin client HP in remoto. È possibile automatizzare determinate attività con modelli predefiniti che usano regole basate sulla cartella per creare distribuzioni configurabili.
  • Esperienze flessibili e intuitive. Il personale IT può tenere traccia di tutti gli elementi importanti con uno strumento configurabile in pochi minuti. È possibile personalizzare l’interfaccia con un semplice supporto drag-and-drop per più schermi o utilizzare la console basata sul Web per un accesso rapido e la delega delle attività in base ai ruoli da qualsiasi posizione.
  • Potente console progettata per la scalabilità. È possibile operare in distribuzioni aziendali di grandi dimensioni con il supporto per le applicazioni a 64 bit e memoria, prestazioni e affidabilità scalabili.

HP Device Manager 5.0 è già disponibile e viene fornito senza costi aggiuntivi con l’acquisto di qualsiasi thin client HP.

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato sulle novità tecnologiche iscriviti alla newsletter gratuita.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome