Guidare con la bussola

Il test di quattro soluzioni GPS da usare preferibilmente in automobile. Per chi non vuole complicazioni e mira alla facilità d’utilizzo

Febbraio 2006 Continua l'espansione dell'offerta nel segmento
dei navigatori GPS veicolari “all in one” dedicati, sempre più
diffusi e sempre più richiesti dagli automobilisti.

Questo tipo di dispositivi si basa solitamente su un hardware su misura per
la destinazione d'uso, caratterizzato da un processore di media potenza,
un ricevitore GPS integrato (a 12, 16 o anche 20 canali) e un quantitativo di
memoria RAM adeguato ma non sovrabbondante (anche per limitare i costi).

La memoria di massa usata per ospitare la cartografia e il programma di navigazione
può consistere in una flash card oppure, per i più recenti modelli
di fascia medio-alta, su hard disk incorporato di piccola taglia (in genere
2,5 GB).

Tenuto conto che la cartografia completa di un Paese come Italia, Francia o
Germania occupa circa 220 MB, la capacità dell'hard disk è
sufficiente a contenere informazioni su un gran numero di reti stradali.

Quando il dispositivo contiene la cartografia di tutta l'Europa occidentale,
ad esempio, il suo costo deve essere valutato tenendo conto che nei sistemi
a singole cartografie nazionali le mappe alternative vengono spesso vendute
a caro prezzo (un centinaio di euro).

Inoltre, il passaggio da una rete stradale all'altra è di solito
inavvertibile, mentre sugli altri sistemi richiede qualche intervento manuale,
per selezionare un'altra mappa da un elenco o per sostituire la scheda
flash con quella giusta.

Lo svantaggio dell'hard disk rispetto alle memorie flash è rappresentato
da un maggior fabbisogno di corrente (quasi irrilevante nell'uso in auto
vista la disponibilità di alimentazione a 12V) e soprattutto un maggior
rischio teorico di danneggiamenti in caso di cadute o bruschi scossoni.

Questi prodotti vengono venduti in kit comprendente come minimo il supporto
per parabrezza, il necessario per l'alimentazione in auto, cavetteria
per connessione al PC e, per i modelli che usano flash card, una scheda di memoria
con cartografia e software preinstallati.

Dal punto di vista software, la versatilità di certi GPS “all-in-one”,
a volte dotati di funzioni multimediali e di connessione Bluetooth, può
essere superiore a quella di un GPS dedicato “puro” ma rimane comunque
sempre ben inferiore a quella dei PDA, nonostante la stretta parentela hardware
e software con questi ultimi.

Non è infatti prevista la possibilità di eseguire generiche applicazioni
PDA per altri impieghi e neppure sostituire il software di navigazione in dotazione
con uno alternativo.

Quanto all'utilizzo fuori dall'auto, la loro autonomia è
paragonabile a quella di un buon palmare, ma raramente offrono la possibilità
di sostituire la batteria.

A questo punto è quindi più che lecito aspettarsi, anzi pretendere,
che la facilità d'uso sia realmente molto maggiore di quella offerta
da un PDA con installato lo stesso software di navigazione.

Con qualche eccezione, le cose stanno effettivamente così.

Nessuna configurazione complicata da compiere, nessuna installazione di software,
nessun download di mappe e un numero minimo - al limite nullo -
di cavi da collegare.

E ancora: il programma di navigazione è praticamente l'unico
presente sul sistema e parte automaticamente all'accensione.

Nei sistemi meglio progettati la GUI (Graphical User Interface, l'interfaccia
utente) è ottimizzata per l'uso con la punta delle dita, senza
lo stilo.

Inoltre, in considerazione della destinazione d'uso tipica in auto, di
solito lo schermo beneficia di un trattamento antiriflesso migliore di quello
adottato dai normali palmari “general purpose”.

Naviga con il cellulare
Chi dispone di un cellulare con Symbian Serie 60 può “trasformare”
il telefonino in un sistema di navigazione GPS, usando una soluzione come Route
66 Mobile.Nella confezione trovate il ricevitore GPS Bluetooth Royaltek (chipset
SirfStarII a 12 canali), la scheda RS-MMC da 256 MB con la mappa italiana e
il cavetto per la ricarica in automobile (non per presa a muro).

Per installare il software basta inserire la scheda nel cellulare e attivare
il prodotto.

Il codice di attivazione arriva via SMS come risposta a un Short Message in
cui si comunica il proprio codice prodotto (scritto nella confezione) e può
essere condiviso con altri due cellulari (a distanza però di 1 settimana
e di 1 mese dalla prima attivazione). A questo punto, accendere il ricevitore
GPS e attendere qualche minuto per la ricezione del segnale (il led giallo comincia
a lampeggiare). Dopodiché, attivare la connessione Bluetooth e avviare
Route 66 Mobile sul cellulare per instaurare il collegamento.

In prova, la soluzione si è dimostrata molto efficiente: l'audio
con la guida vocale è di ottimo livello e la mappa, con i limiti fisici
dello schermo del cellulare, si è dimostrata più che valida, in
termini di dettagli e di POI (Points of Interest).

L'autonomia non è un problema: il ricevitore GPS garantisce 10
ore di funzionamento e il Nokia 6630 ha retto senza batter ciglio le oltre 5
ore di un viaggio. Il prezzo di Route 66 Mobile è di 299 euro.

I principali sistemi per navigazione GPS

Pro Contro
PDA con GPS esterno Bluetooth

-Ideale per chi possiede già un palmare oppure ne desidera uno
di fascia alta

-Non facile da configurare per utenti inesperti.

- Possibilità di posizionare liberamente
il sensore
-Necessità del kit di accessori per il montaggio
PDA con GPS integrato

-Flessibilità software equivalente a quella di un PDA

- Il palmare è quasi sempre di fascia bassa, non
idoneo per utenti evoluti

-Facile utilizzazione
-Ideale anche per uso escursionistico - Connettività wireless generalmente assente
- Tutti gli accessori necessari indotazione - Batteria non sostituibile
Dispositivo dedicato "all-in-one"

- Massima facilità d'uso, senza configurazioni complicate

- Non utilizzabile per applicazioni diverse da quelle previste

- Software e hardware ottimizzati
- Tutti gli accessori ottimizzati indotazione - Costo non trascurabile
CONDIVIDI

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here