Home Cloud Google One, l'app abilita il backup dei dati da smartphone iOS o...

Google One, l’app abilita il backup dei dati da smartphone iOS o Android

All’incirca due anni fa la società di Mountain View lanciava Google One, un servizio ad abbonamento che offre uno spazio unico di archiviazione, articolato in diversi piani, per vari task. I piani di archiviazione espansi hanno introdotto la possibilità di condividere il proprio spazio di storage con i membri della famiglia, il supporto live per le domande da porre a Google e vantaggi per i membri, come ad esempio crediti per Google Play e premi per Google Store.

L’anno scorso Google aveva lanciato il backup automatico del telefono, per gli abbonati, su dispositivi Android.

Ora, la società di Mountain View sta rendendo alcune delle funzionalità di Google One, tra cui il backup del telefono e un nuovo strumento di gestione dello storage, gratuite per gli utenti di Google ovunque sia disponibile Google One.

Sarà possibile eseguire il backup dei propri dispositivi e ripulire i file su Google Foto, Google Drive e Gmail, il tutto nella nuova app Google One per Android e iOS.

Google One

Il backup automatico del telefono sarà disponibile sui telefoni Android, ha informato Google, anche per chi non dispone di un abbonamento a Google One. Per gli utenti di iPhone, Google sta inoltre introducendo una nuova app iOS che consente di archiviare foto, video, contatti ed eventi del calendario con Google.

Sarà possibile iniziare a eseguire il backup dello smartphone con l’app Google One per salvare le cose che interessano di più e mettere al sicuro i dati sul cloud, utilizzando i 15 GB di spazio di archiviazione gratuiti forniti con l’account Google. Non c’è quindi uno spazio di storage aggiuntivo a disposizione.

Il team della società di Mountain View ha anche aggiunto un nuovo storage manager nell’app Google One e sul web, che offre agli utenti un modo semplice per vedere come si sta usando il proprio spazio di archiviazione e, nel caso dovesse servire, liberare spazio. Con il nuovo storage manager, un utente può conservare i file desiderati e sbarazzarsi di quelli che non servono più, per fare spazio ad altro, il tutto da un unico posto.

Se si ha bisogno di più spazio di archiviazione e si desidera un’esperienza Google One completa, è poi sempre possibile eseguire l’upgrade a un abbonamento Google One direttamente dall’app.

Sono disponibili piani che offrono diverse dimensioni di storage, con costi a partire da 1,99 euro al mese.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato sulle novità tecnologiche

css.php