Home Cloud Google Cloud e SAP, le integrazioni che semplificano la migrazione su cloud

Google Cloud e SAP, le integrazioni che semplificano la migrazione su cloud

In concomitanza con Sap TechEd, Google Cloud ha aggiornato gli utenti sulle nuove funzionalità rilasciate da Big G sia per l’esecuzione delle applicazioni sul cloud sia per estrarre più valore dai dati su Sap, tra le altre cose con le funzioni avanzate di analytics, intelligenza artificiale e machine learning.

Il potenziamento delle integrazioni tra le due piattaforme non avviene solo dal punto di vista tecnologico e di prodotto, ma anche per quel che riguarda le certificazioni delle applicazioni. Vengono infatti aggiunte costantemente nuove voci al crescente elenco di soluzioni applicative certificate da Sap per l’esecuzione su Google Cloud.

Per quanto riguarda l’offerta commerciale, invece, Google Cloud ha già opzioni basate su VM da 6 TB e 12 TB per carichi di lavoro Sap specializzati, come ad esempio deployment HANA molto grandi. Per i clienti che hanno bisogno di scalare oltre i 12 TB per server, Google aggiungerà configurazioni bare metal da 18 TB e 24 TB. Questo renderà le migrazioni lift and shift più facili anche per i sistemi Sap on premise più grandi, ampliando ancora di più il percorso di migrazione verso il cloud.

Google Cloud SAP

Cloud Storage Backint agent for Sap HANA, certificato da Sap, consente ai clienti di utilizzare direttamente Gogole Cloud Storage per i backup e i recovery sia per le installazioni on premise che per quelle cloud dei database Sap. L’agent Backint è integrato con Sap HANA in modo da poter archiviare e recuperare i backup direttamente da Cloud Storage utilizzando le funzioni di backup e ripristino native di Sap. L’ultima release, ha evidenziato Google Cloud, migliora il supporto di backup di grandi dimensioni o ad alta frequenza e consente inoltre ai clienti di fornire le proprie chiavi di crittografia per i backup in aggiunta alla crittografia nativa di Google Cloud.

È in preview Connector for SAP Landscape Management (LaMa). Sap LaMa semplifica, automatizza e centralizza la gestione dei sistemi Sap in esecuzione in diverse infrastrutture, sia on premise sia nel cloud sia in una configurazione ibrida che prevede entrambi.

Il connector Google Cloud per Sap LaMa si interfaccia con le operazioni di Google Compute Engine e Cloud Storage in modo che i clienti possano programmare gli eventi di gestione del sistema connessi all’infrastruttura di Google Cloud direttamente da Sap LaMa.

Gli amministratori di sistema possono ora occuparsi di attività di management quali istantanee, mounting e unmounting dello storage, relocation dei server ed esecuzione di aggiornamenti del sistema senza dover uscire dall’interfaccia LaMa.

Un obiettivo chiave per i clienti SAP è quello di arricchire i dati delle loro risorse Sap con dati non SAP nelle soluzioni di analytics di Google Cloud. I clienti Sap possono ottenere più valore dai loro dati attraverso il consolidamento su BigQuery, il data warehouse enterprise completamente gestito di Google Cloud. Grazie alle soluzioni di integrazione dei partner di Google (come Sap, Informatica, Qlik, Datavard, Software AG, Boomi e HVR) i clienti hanno più scelta su come accelerare e semplificare al meglio la delivery dei dati SAP a BigQuery, indipendentemente dal fatto che provengano da ambienti Sap legacy, SAP HANA o server applicativi Sap.

Google Cloud ha anche annunciato di stare lavorando per aggiungere opzioni di connettività e integrazione dei dati in tempo reale con le soluzioni native di Google Cloud, come Data Fusion, in modo che i clienti possano costruire complesse pipeline di dati ETL/ELT dai loro sistemi Sap sfruttando le competenze e gli investimenti esistenti.

Google Cloud

Le API sono emerse come un pilastro del business digitale moderno, mette in evidenza ancora Google Cloud. Per le aziende che utilizzano Sap sia nel cloud che nei data center, Apigee può fornire valore in tre modi diversi. In primo luogo, sbloccando il valore dei sistemi legacy. Ogni azienda nel mondo, sottolinea infatti Google Cloud, ha dati e funzionalità di valore ospitati nei suoi sistemi, ma attivare tale valore attraverso le API significa essere in grado di sfruttare i sistemi per un più rapido time to market delle nuove esperienze.

In secondo luogo, nel modernizzare i sistemi legacy. Apigee fornisce un livello di astrazione tra le applicazioni client facing e i sistemi backend durante il processo di modernizzazione del backend per ridurre al minimo le interruzioni del business.

In terzo luogo, nel creare servizi nativi del cloud e scalabili. Oltre a reimpacchettare i dati Sap come microservizio e a fornire capacità per monetizzare questi dati, Apigee assume in sé alcune funzioni essenziali riguardanti prestazioni, disponibilità e sicurezza.

Cloud Acceleration Program (CAP), infine, è un programma primo nel suo genere che consente ai clienti di disporre di soluzioni sia di Google Cloud che dei partner di Google per semplificare e ridurre i rischi delle migrazioni di Sap nel cloud. Google Cloud e i suoi partner hanno creato soluzioni di migrazione specializzate, acceleratori e metodologie per il lift and shift nonché per la migrazione a S/4HANA. Inoltre, CAP fornisce anche incentivi finanziari per coprire molti dei costi associati al trasferimento dei sistemi Sap su Google Cloud e salvaguardare le migrazioni dei clienti.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato sulle novità tecnologiche

css.php