Home Cloud Google Cloud rafforza la sovranità dei dati per i clienti europei

Google Cloud rafforza la sovranità dei dati per i clienti europei

La nuova offerta di Google Cloud è indirizzata in modo specifico alle organizzazioni europee, sia pubbliche che private.

Organizzazioni europee che – sottolinea Google – stanno migrando le loro operazioni e i loro dati nel cloud in numero sempre crescente.

In questa migrazione sul cloud, devono però soddisfare delle esigenze uniche in fatto di sicurezza, privacy e sovranità digitale.

Tra questi requisiti chiave, ci sono: la capacità di archiviare i dati all’interno di una regione geografica europea, per garantire che il supporto sia fornito da personale dell’UE, e la capacità di controllare l’accesso amministrativo ai dati dei loro clienti e alle chiavi di crittografia utilizzate per proteggere quei dati.

Per aiutare a soddisfare queste esigenze dei clienti che utilizzano Google Cloud Platform, la società di Mountain View ha ora annunciato la disponibilità generale di Assured Workloads for EU.

Google Cloud

Presentato in preview qualche mese fa e ora generalmente disponibile, questo nuovo prodotto permette ai clienti della piattaforma di creare e mantenere carichi di lavoro con residenza dei dati nella region di loro scelta di Google Cloud nell’UE.

L’opzione consente un accesso al personale e supporto clienti limitato a persone dell’UE, situate nell’UE, e controllo crittografico sull’accesso ai dati, comprese le chiavi di crittografia gestite dal cliente.

Assured Workloads funziona a livello di folder di un’organizzazione, abilitando l’applicazione e l’esecuzione selettiva di controlli specifici per i carichi di lavoro cloud con requisiti di sovranità.

L’opzione dell’Unione europea fornisce l’accesso a due diversi tipi di controlli Assured Workloads.

EU Regions and Support, ora in disponibilità generale, permette ai clienti di limitare lo storage dei loro dati nell’UE, oltre a limitare il supporto e l’accesso alle persone dell’UE.

EU Regions and Support with sovereignty controls, ora in Public Preview, si basa sulle funzionalità di EU Regions and Support e fornisce ulteriori livelli di controllo della sovranità criptando i dati dei clienti con chiavi esterne memorizzate e gestite da Cloud External Key Manager (EKM) e firmando le richieste di Access Approval con quelle stesse chiavi esterne.

Google Cloud

Assured Workloads include offerte per clienti negli Stati Uniti, in Canada (in anteprima) e ora nell’Unione Europea, e Google Cloud ha sottolineato che continuerà ad espandere l’opzione ad altre region del mondo.

I clienti della Google Cloud Platform possono avere ulteriori esigenze di sovranità operativa incentrate sul funzionamento e la verifica indipendente di questi controlli.

Per questo, come parte della iniziativa “Cloud. On Europe’s Terms.“, la società di Mountain View ha introdotto anche soluzioni cloud sovrane potenziate da Google Cloud da offrire attraverso partner come T-Systems in Germania, Thales in Francia e Minsait in Spagna.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato sulle novità tecnologiche

css.php