Con la versione stabile Chrome 80 rilasciata a febbraio, Google aveva iniziato a implementare nel suo browser un approccio secure-by-default nella gestione dei cookie di terze parti, uno dei passaggi intrapresi nell'ambito di un percorso teso a migliorare la privacy e la sicurezza sul web, che la società di Mountain View si è impegnata a intraprendere.

Come per il percorso di miglioramento generale, anche per il roll out di questa specifica funzionalità, di una gestione sicura per impostazione predefinita dei cookie, è stata pianificata un’implementazione graduale, in quanto si tratta di cambiamenti importanti e Google ne ha monitorato e valutato attentamente l'impatto sull'ecosistema, anche raggiungendo in modo proattivo i singoli siti e servizi web, per garantire che i cookie venissero etichettati in modo corretto.

In queste ultime settimane, però, tutto è stato sconvolto dalla drammatica emergenza sanitaria e sociale causata dalla pandemia di Covid-19, e ciò ha portato molte importanti software house a rivedere le proprie pianificazioni e timeline (per fare un esempio di primo piano, Microsoft ha deciso di mettere in pausa gli update di Windows non di sicurezza).

Anche Google, alla luce delle straordinarie circostanze globali dovute al Covid-19, ha deciso di sospendere temporaneamente l’implementazione dell'etichettatura dei cookie SameSite, e quindi è già iniziato il processo di roll back della nuova funzionalità.

Lo ha annunciato sul Chromium Blog Justin Schuh, Director del Chrome Engineering di Google, che ha spiegato che, benché la maggior parte dell'ecosistema web si sia preparata per questo cambiamento, la società di Mountain View vuole essere sicura di poter garantire stabilità ai siti web che forniscono servizi essenziali tra cui: servizi bancari, alimentari online, servizi governativi e assistenza sanitaria, che tanto importanza rivestono nel facilitare la vita quotidiana di tutti durante questo periodo difficile.

Justin Schuh ha sottolineato anche che, durante la fase di roll back della implementazione, le organizzazioni, gli utenti e i siti web non dovrebbero riscontrare alcuna interruzione del normale funzionamento.

Google ha assicurato che fornirà un preavviso sul blog di Chromium e sulla pagina degli aggiornamenti di SameSite quando pianificherà di riprendere l’implementazione del nuovo approccio ai cookie, che dovrebbe avvenire durante l'estate.

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato sulle novità tecnologiche iscriviti alla newsletter gratuita.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome