Gli utenti PeopleSoft di fronte a un bivio

Il 46% di un campione di clienti intervistato da Yankee Group, prima del merger con Oracle, già meditava di sostituire l’Erp.

Secondo una ricerca condotta da Yankee Group nei mesi di dicembre e gennaio, prima che l'acquisizione di PeopleSoft da parte di Oracle fosse approvata, circa la metà dei clienti PeopleSoft stava già guardando alla società di Larry Ellison come alla migliore alternativa possibile per l'eventuale sostituzione delle proprie applicazioni Erp.


L'indagine ha riguardato 193 utenti PeopleSoft (compresi gli ex Jd Edwards) e ha messo in luce come il 46% di essi meditasse di sostituire i propri sistemi, causa qualche insoddisfazione sul piano dei service level agreement, con un ulteriore 31% che si è dichiarato indeciso.


Anche se, ha fatto notare l'analista, in casi di grandi merger come questo, normalmente gli utenti diventano via via sempre meno propensi alla sostituzione dell'installato con l'avanzare del tempo. E, dunque, è prevedibile che gli attuali indecisi rimangano in realtà fedeli alle soluzioni già in casa.


A pesare, comunque, è la constatazione concreta degli investimenti fatti fino a quel momento, che rendono poco una migrazione o un aggiornamento di piattaforma.

CONDIVIDI

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here