GDPR: Kaspersky Lab vara un sito dedicato

Kaspersky Lab vuole aiutare le aziende ad adeguarsi al GDPR, Regolamento Generale sulla Protezione dei Dati, e per farlo ha lanciato un hub online, in cui uno strumento di valutazione misura il grado di preparazione.

Da un’indagine condotta in proprio è emerso che un responsabile IT su 5 (20%) conosce ancora poco o per nulla il GDPR.

Una ricerca condotta per Kaspersky Lab da Arlington Research nell'aprile 2017 ha intervistato più di 2.300 responsabili IT provenienti da tutta Europa all'interno di aziende da 50 o più dipendenti, circa la loro opinione e consapevolezza rispetto al GDPR.

Sebbene i team di sicurezza informatica, gli uffici legali e il top management dovrebbero avere una consapevolezza maggiore dei cambiamenti che apporterà il GDPR, coloro che lavorano in prima linea nella gestione dei dati in altre aree del business potrebbero invece non essere così preparati o addirittura inconsapevoli di ciò che sarà loro richiesto.

Il sito è stato progettato per contribuire a rendere più chiare le responsabilità delle imprese e dei singoli dipendenti attraverso un video animato, un diagramma interattivo e un whitepaper incentrato sull'impatto che il GDPR avrà all’interno dei reparti chiave dell'azienda.

"La sicurezza e la protezione dei dati sono il cuore della nostra attività e crediamo sia nostra responsabilità aiutare le aziende e i singoli dipendenti a capire cosa si intenda per “buona salute” dei dati e come questa possa essere utile alle imprese stesse. Vogliamo incoraggiarli a preoccuparsi della buona salute dei dati non solo per essere conformi alla normativa ma anche per il successo e il benessere a lungo termine dell'azienda", continua Morten Lehn, General Manager Italy di Kaspersky Lab.

Attraverso un'attenta pianificazione e un approccio proattivo, le aziende possono raggiungere la conformità del GDPR e mettere a norma i propri dati.

La risorsa online di Kaspersky Lab è stata progettata per rispondere ad alcune delle domande che le aziende potrebbero avere sul GDPR e guidarle nel percorso verso la protezione dei dati.

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato sulle novità tecnologiche iscriviti alla newsletter gratuita.
CONDIVIDI

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here