Gartner contro Microsoft: a gennaio Vista non ci sarà

Secondo l’analista il rilascio del nuovo sistema operativo potrebbe slittare al secondo trimestre del prossimo anno. Microsoft respinge le accuse.

Botta e risposta polemico tra Gartner e Microsoft in merito a Windows
Vista.
Secondo la società di analisi, infatti, malgrado le rassicurazioni rilasciate nel mese di marzo da Microsoft, difficilmente la disponibilità del nuovo sistema operativo potrà essere garantita prima della metà del prossimo anno.

E' lapidaria, Gartner: da nove a dodici mesi dopo il rilascio della beta 2, seguendo i ritmi di lavoro in altre occasioni dimostrati da Microsoft, significa che il prodotto potrebbe arrivare al più presto nel secondo trimestre del 2007.
E a suffragio della sua teoria, la società presenta una serie di considerazioni.
Innanzi tutto, va riconosciuto che il passaggio da Windows Xp a Windows Vista sarà né più né meno complesso di quello che fu il rilascio di Windows 2000. E per Windows 2000, Microsoft ebbe bisogno di 16 mesi di tempo per passare dalla beta 2 al rilascio definitivo. È vero, ammette, l'analista, che da Windows 2000 a Windows Xp richiese solo 5 mesi di beta, ma allora i cambiamenti strutturali furono meno pesanti.

Una nemmeno troppo velata accusa
di sottostima dei tempi e delle complessità, emerge dalle parole di Gartner, che
però Microsoft respinge al mittente.

Rispettoso ma fermo
diniego

” è la testuale risposta della società, che sostiene di non avere alcun motivo per modificare lo scheduling annunciato nel corso del mese di marzo.

CONDIVIDI

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here