Un nuovo pc? Che sia almeno Vista Capable

Dal prossimo mese una nuova etichetta contrassegnerà le macchine che potranno essere aggiornate al nuovo sistema operativo. Per ora solo per la versione Home Basic.

Se anche Vista ritarda, l'industria dell'hardware non si ferma.
Con l'obiettivo di incoraggiare gli utenti a non rimandare
al 2007 i loro acquisti, nel timore di una incompatibilità con il nuovo sistema
operativo, dal prossimo mese verrà introdotta una nuova etichetta “Windows Vista
Capable” con la quale verranno contrassegnate tutte le macchine compatibili con
Windows Vista e che dunque potranno essere aggiornate al nuovo sistema
operativo.


Windows Vista Capable è un programma
sviluppato congiuntamente da Microsoft e dai produttori di hardware.


Per poter ottenere la certificazione - perché di questo in sostanza si tratta - le macchine devono soddisfare una serie di criteri: oltre al logo Designed for Windows XP, le macchine devono utilizzare una Cpu di ultima generazione, devono disporre di almeno 512 Mbyte di memoria e un processore grafico di classe direct 9.

Con queste caratteristiche, è
la garanzia, le nuove macchine dovrebbero poter far girare Windows Vista Home
Basic.

Windows Vista Capable, va detto, non
stabilisce i criteri per le versioni superiori del sistema operativo, per le
quali Microsoft si riserva di rilasciare le specifiche in un secondo
momento.


Qualche analista, tuttavia, mostra un po' di scetticismo nei confronti di questa iniziativa.
Windows
Vista Capable, è la precisazione, è diverso da Windows Vista Ready. Nel primo
caso, il rischio è che la macchina possa sì far girare il nuovo sistema
operativo, senza però essere in grado di sfruttarne tutte le funzionalità.
L'etichetta può essere assegnata a un media center di fascia alta, in grado
dunque di supportare anche le funzionalità avanzate di Vista, così come a una
macchina entry level, con possibilità decisamente più limitate.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome