Fatturazione elettronica verso la Pa: da obbligo a opportunità

Fogli_Fatture_Carta_Pila_DocumentiObbligati a dotarsi di servizi e soluzioni che permettono di digitalizzare le fatture, in Italia la Pubblica amministrazione e i suoi fornitori non hanno più molto tempo per adeguarsi alla normativa in vigore.
Dal prossimo 31 marzo 2015, infatti, l’obbligo di fatturazione elettronica, già in vigore dal 6 giugno 2014 per le amministrazioni centrali, si estenderà a tutta la Pa locale, compresi comuni, regioni e province.

Uno stop obbligato che interessa l’intera Unione europea quello alle fatture cartacee verso la Pubblica amministrazione, visto che, entro la fine di quest’anno, l’obiettivo di e-Government è che il 50% dei cittadini e l’80% delle aziende siano in grado di interagire con il Pubblico in maniera digitale.

Un obbligo che, non solo secondo Ricoh, può trasformarsi in riduzione dei costi e recupero dell’efficienza.
Dati alla mano, secondo un report sponsorizzato da Ricoh Europe e pubblicato da Billentis, abbandonando i tradizionali processi basati sui documenti cartacei in favore della fatturazione elettronica, le aziende europee possono ottenere risparmi dal 60% all’80% sui costi di gestione.

Da qui la proposta da parte del fornitore di soluzioni per la stampa office e per il production printing, di servizi documentali e It di Ricoh Pa.
Basato sul cloud, il nuovo servizio nato per supportare le imprese intente ad adeguarsi ai nuovi standard, è in grado di integrare tutte le fasi del processo di fatturazione verso la Pubblica amministrazione.
Con Ricoh Pa è, infatti, possibile inviare le fatture al sistema di interscambio, gestirne il controllo e segnalare eventuali errori, automatizzare il processo di firma, per poi conservare la fattura a norma di legge, con delega della responsabilità.
Ricoh Pa offre, infatti, un archivio documentale consultabile anche mediante dispositivi mobili.
Nessun problema, inoltre, per l’upload delle fatture da parte dei clienti, che sull’apposita piattaforma Web a disposizione, possono sia caricare manualmente i dati della fattura, poi generata automaticamente in formato Xml-Pa dal sistema, oppure, se già disponibile nel giusto formato, trasferire la fattura in modalità sicura, via Https, alla piattaforma.

 

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato sulle novità tecnologiche iscriviti alla newsletter gratuita.

1 COMMENTO

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here