Fatturato da 4 milioni di euro in vista per Adj

Per il brand italiano l’esercizio fiscale 2014 si appresta a registrare un incremento del 50% rispetto all’esercizio precedente. Complice l’ingresso in nuovi ambiti di business e l’apertura di due branch office in Benelux e a Shenzhen.

Si è chiuso con un incremento del 40% il primo semestre 2014 di Adj che, forte dell'apertura di due branch office in Europa e in Asia, all'entrata in Gdo e Gds e all'aggiunta di nuovi prodotti a listino, punta a un risultato complessivo prossimo ai 4 milioni di euro, in crescita del 50% rispetto all'esercizio precedente.

Tra i fattori di successo, anche il rafforzamento della partnership siglata con Microsoft e concretizzatasi nella possibilità di rilasciare le licenze Educational Nao per un utilizzo scolastico dei prodotti a brand Adj.
Mentre, oltre alle intese siglate con una serie di realtà della distribuzione Ict di casa nostra, ai recenti accordi raggiunti con Coop Italia e con la bresciana Zap specializzata nella commercializzazione di prodotti di elettronica di consumo, occorre annoverare la rete di 110 negozi “Adj Point” ormai attiva sul territorio.

Tra i dispositivi Adj che hanno registrato una maggiore richiesta, infine, i già citati pc all in one ma anche i dispositivi di videosorveglianza ai quali la realtà guidata da Giovanni Palmese (nella foto), in qualità di amministratore delegato, intende aggiungere una nuova linea di sistemi di allarme e di domotica, che andranno ad ampliare la già vasta gamma di offerta relativa al settore sicurezza.

CONDIVIDI

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here