Home Digitale Fattura elettronica: due miliardi di emissioni nel primo anno

Fattura elettronica: due miliardi di emissioni nel primo anno

Come ricorda il Ministero dell’Economia e Finanze, è passato un anno dall’entrata in vigore dell’obbligo di utilizzo della fattura elettronica per le cessioni di beni e prestazioni di servizi effettuate tra soggetti privati.

Nei primi dodici mesi di obbligo, fa sapere il sito del Ministero Economia e Finanze il numero di fatture transitate per il Sistema di interscambio (Sdi) dell’Agenzia delle Entrate, gestito dal partner tecnologico Sogei, ha superato la soglia dei 2 miliardi, con una media di 5,5 milioni di file inviati al giorno.

Il nuovo sistema di digitalizzazione delle certificazioni fiscali che fa perno sulla fattura elettronica, osserva il MEF, si conferma, dunque, un progetto strategico per il Paese.

Nel corso del 2019 il processo ha implementato un’ulteriore tappa: dallo scorso primo luglio, infatti, è diventato obbligatorio per i soggetti con un volume d’affari superiore a 400.000 euro emettere lo scontrino elettronico, mentre a partire dal primo gennaio 2020, l’obbligo è stato esteso a tutti i commercianti al minuto e soggetti assimilati.

In merito a questo seconda fase di trasformazione digitale dei rapporti con il fisco, per chi non è riuscito a dotarsi in tempo di un registratore telematico oppure ad adattare, se tecnicamente possibile, il registratore di cassa già in uso, è prevista una moratoria delle sanzioni che durerà al massimo per sei mesi, ossia fino al 1° luglio 2020.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato sulle novità tecnologiche

css.php