Home Digitale Scontrino elettronico, scatta l'obbligo generalizzato

Scontrino elettronico, scatta l’obbligo generalizzato

Dopo la prima fase iniziata a luglio 2019 (e riservata a chi nel 2018 avesse generato volume di affari di almeno 400000 euro) dal primo gennaio 2020 lo scontrino elettronico è obbligatorio per tutti.

Infatti, il corrispettivo elettronico si allarga dal primo gennaio 2020 a tutti gli operatori economici che emettono ricevute fiscali: quindi parliamo di commercianti, artigiani, alberghi o ristoranti.

Va sottolineato che permangono una serie di categorie di operazioni commerciali che non sono soggette alla emissione di scontrino elettronico: parliamo delle stesse già esonerate ai senso del Decreto Ministeriale 10 maggio 2019 (ad esempio, i taxi o la vendita di giornali)

Per quanto riguarda i consumatori, la differenza è marginale e probabilmente ben pochi noteranno differenze sostanziali.

Infatti, quello che verrà consegnato in mano al cliente al momento del pagamento dell’acquisto effettuato non sarà più un documento fiscale ma piuttosto uno commerciale.

Inoltre, per non creare confusione o disagi nei consumatori, questo nuovo documento continua ad avere la medesima validità ai fini più importanti: quindi per la garanzia del bene o del servizio acquistato, e ovviamente anche per il cambio merce.

Ricordiamo anche che da luglio 2020, grazie ai nuovi registratori telematici (registratori di cassa in grado di connettersi a internet) a disposizione in ogni negozio, si potrà partecipare alla lotteria degli scontrini, una delle novità introdotte dal Governo nel tentativo di ridurre l’evasione fiscale.

L’Agenzia delle Entrate ha realizzato una utile guida esplicativa a tutto vantaggio degli esercenti, alle prese con la novità rappresentata dallo scontrino elettronico.

Leggi la guida allo scontrino elettronico.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato sulle novità tecnologiche

css.php