Home Digitale Facebook, come controllare chi può commentare i post pubblici

Facebook, come controllare chi può commentare i post pubblici

Facebook ha introdotto un nuovo strumento progettato per dare più controllo agli utenti su ciò che viene condiviso nel news feed, con la possibilità di gestire chi può commentare i post pubblici.

Ora sarà possibile controllare l’audience che può commentare un determinato post pubblico scegliendo da un menu di opzioni che vanno da chiunque possa vedere il post a solo le persone e le pagine che sono taggate.

Lo scopo del news feed – la sezione Notizie –, ha sottolineato Facebook, è quello di dare l’opportunità agli utenti di connettersi a ciò che interessa di più, come le persone importanti e i contenuti preferiti. Gli amici che aggiungiamo, le pagine che seguiamo, i gruppi a cui ci uniamo e le cose con cui interagiamo modellano l’aspetto del nostro news feed quotidianamente.

Facebook

Regolando il pubblico di chi ha facoltà di commentare, l’utente ha ora un ulteriore strumento di controllo su come incoraggiare la conversazione sui post pubblici e limitare le interazioni potenzialmente indesiderate.

Anche un personaggio pubblico, un creatore di contenuti o una marca può scegliere di limitare l’audience dei commenti sui post pubblici, per potersi impegnare in conversazioni più significative con la propria community, ha evidenziato inoltre Facebook.

Facebook intende anche rendere più facile ordinare e sfogliare la sezione Notizie, anche in questo caso fornendo all’utente un maggiore controllo su ciò che viene mostrato. Di recente sono stati lanciati i preferiti, un nuovo strumento che permette di controllare e dare priorità ai post degli amici e delle pagine che ci interessano di più nel news feed.

Facebook

La barra dei filtri dei feed offre un accesso più facile anche alle notizie più recenti, rendendo più semplice passare da un news feed classificato algoritmicamente a uno ordinato cronologicamente, con i post più recenti per primi.

Facebook

Infine, Facebook vuole anche fornire un contesto più ampio intorno al contenuto che viene suggerito nel news feed. Ciò significa che l’utente sarà in grado di toccare i post degli amici, delle pagine e dei gruppi che segue, così come alcuni dei post suggeriti, e ottenere maggiori informazioni sul perché appaiono nel proprio news feed.

1 COMMENTO

  1. Sempre più pressante la mania di controllare tutto. Volete vivere bene? abbandonate tutti i “Social” e non registratevi mai da nessuna parte. La libertà non ha prezzo.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato sulle novità tecnologiche

css.php