Home Apps Evernote, assistente sempre pronto ad accettare una nota

Evernote, assistente sempre pronto ad accettare una nota

Le 30 applicazioni essenziali

Orientarsi nel mare di app non è un’impresa facile. A volte addirittura così laboriosa da indurre a rinunciare anche quando si parla di un’esigenza di lavoro. Eppure, a differenza di quelle per giocare o per il tempo libero, trovare le soluzioni giuste per la propria aziende è un’operazione ormai imprescindibile per garantire la flessibilità e la reattività dettate dagli scenari attuali. Per questo, abbiamo pensato di passare in rassegna i cataloghi di app alla ricerca di trenta tra le quali trovare l’indispensabile per la propria azienda.

Scrivere testi e organizzarli è stata una delle prime applicazioni in assoluto diffuse sui PC a livello consumer. Anche se oggi il panorama si è allargato e le modalità di sono evolute, la gestione di appunti e note resta un caposaldo. Come dimostra il successo ormai di lunga data di Evernote.

Risale infatti al 2008 la prima versione del software perla gestione inizialmente solo di testi. Arrivato nel tempo anche a organizzare contenuti, gestire le attività e archiviare. In perfetta sintonia con la visuale cloud, a prescindere dal dispositivo e relativo sistema oeprativo.

La nota giusta nell’era del cloud

Oggi infatti Evernote parte sempre da concetto di creare una nota, ma in modo molto più esteso rispetto alla visione originale. Si parla infatti indistintamente di testo, disegni, fotografie o contenuti Web salvati. La gestione delle note prevede una serie di blocchi, dove  possono essere taggate, annotate, modificate, cercate, arricchite con allegati e infine esportate.

Anche l’immissione da tastiera è diventato solo uno dei vari mezzi disponibili. L’operazione si può eseguire anche con l’acquisizione di immagini da telecamere su dispositivi supportati e la registrazione di note vocali. Inoltre, il testo presente in un’immagine acquisita può essere riconosciuto sfruttando un sistema OCR e trattato di conseguenza come testo. Sono compresi anche schermi touch e tablet con riconoscimento della scrittura.

Sono anche disponibili dei plug-in per catturare e ritagliare sezioni di pagine Web, o semplicemente la pagina intera. L’operazione esclude in automatico gli annunci pubblicitari e una volta effettuata, permette di elaborarle con frecce, evidenziazioni e testo.  Tra le opzioni più recenti, anche la geolocalizzazione.

Nella versione Evernote Pro, l’applicazione si integra direttamente con Google Drive, Microsoft Outlook, Microsoft Teams e Slack, oltre a Salesforce.

Evernote al servizio anche dei gruppi di lavoro

La gestione delle note può essere effettuata sia in locale sia in cloud. In questo caso, si può sincronizzarle automaticamente con una copia conservata sui server Evernote. Il sistema utile all’occorrenza anche per accedere e modificare i propri dati su più macchine e sistemi operativi, ma anche di visualizzare, inserire e modificare i dati quando non sia disponibile una connessione a Internet.

La versione di base fruibile da due dispositivi è gratuita. Se si vuole invece utilizzare più dispositivi o funzionalità come accesso offline, gestione dei documenti PDF, e maggiore spazio per la singola nota e per archiviazione, il canone è di 6,99 euro al mese. Per il controllo completo, e soprattutto la condivisione, la versione Evernote Business costa 13,99 euro per utente al mese.

 

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato sulle novità tecnologiche

css.php