ecommerce

Abbiamo visto in questo articolo come l’ultima edizione del report annuale sull’ecommerce italiano di idealo tracci il comportamento d’acquisto degli e-consumer.

Il report prova a dare una risposta ad alcune domande interessanti. Una di queste è la seguente: tra big player ed eshop minori, chi propone le offerte più convenienti?

In generale, il canale online può offrire possibilità di risparmio nell’acquisto di prodotti. Ma, sono necessariamente i giganti del settore a poter offrire sempre e comunque i prezzi più bassi? A quanto pare, non necessariamente.

Ecommerce, Davide contro Golia

Sulla base dei dati dello studio, idealo ha rilevato che il 33,2% dei prodotti con il prezzo più conveniente appartiene ad Amazon (9,6%) e Amazon Marketplace (23,6%). Tra i player maggiori,  segue eBay, nel 17,3% dei casi.

Ma la convenienza non si trova esclusivamente sui grandi marketplace digitali. Tutti gli altri negozi online italiani, evidenzia la ricerca idealo, raggiungono complessivamente il 49,5%. Naturalmente lo studio idealo ha identificato le realtà più forti nel settore ecommerce tra quelle con i prezzi più competitivi. E i risultati complessivi sommano tutte queste realtà.

Lo studio sembra dunque indicare come nell’ecommerce ci sia spazio anche per realtà di ecommerce locali. E che il panorama non si limiti solamente alla presenza delle grandi aziende statunitensi, i cui marketplace hanno portata globale.

Ci sono poi casi specifici in cui addirittura le offerte di ecommerce di negozi online italiani sono in media più convenienti. idealo fa l’esempio dell’elettronica di consumo, categoria peraltro trainante dell’intero ecommerce italiano. Questa categoria ha registrato il 33,9% di tutte le intenzioni di acquisto nel 2018; esempio dunque di un certo rilievo.

Nell’elettronica di consumo, idealo ha scoperto che nel 61,6% dei casi l’offerta più bassa era proposta da un eshop italiano. I giganti, a confronto, si sono fermati molto più in basso. La quota è solo del 19,0% per eBay e del 19,4% per Amazon e relativo Marketplace, combinati.

Non solo elettronica

Gli eshop italiani hanno offerto maggiori probabilità di risparmio anche per i prodotti legati a salute e bellezza (60,1%). Così come per la categoria auto e moto (50,5%).

In altre categorie questi rapporti variano. Ad esempio, Amazon si dimostra forte sulle offerte con il prezzo più basso relativamente ai prodotti per bambini. Così come per la categoria cibi e bevande.

Amazon Marketplace si aggiudica invece il 50,7% delle offerte con il prezzo più basso per il settore moda e accessori. Ed è forte anche sulle offerte per i giocattoli e per il gaming, e per lo sport.

Su eBay, idealo ha rilevato invece il 38,2% delle offerte più vantaggiose per quel che riguarda i prodotti per animali.

Nel confronto per categoria, in sei casi su dieci esaminati da idealo, l’offerta più bassa è stata quella di un eshop italiano. Queste sono: Arredamento e Giardino (45,5%), Auto e Moto (50,5%), Bambini e Neonati (36,4%), Elettronica (61,6%), Salute, Bellezza e Drogheria (60,1%), Sport e Outdoor (39,7%).

Per Giocattoli e Gaming (36,7%) così come per Moda e Accessori (50,7%) il prezzo più competitivo è stato proposto da Amazon Marketplace. Nelle categorie rimanenti eBay ha proposto l’offerta migliore in termini di prezzo: Mangiare e Bere e Prodotti per animali (38,2%).

Dall’analisi di idealo risulta dunque che gli eshop italiani sono molto competitivi . Non è dunque necessariamente conveniente limitarsi a prendere in considerazione solo i grandi nomi internazionali. Di portali di ecommerce ce ne sono moltissimi, a volte specializzati in un settore specifico. E questi possono talvolta riservare sorprese positive per gli acquirenti digitali.

È possibile scaricare il report completo di idealo a questo link.

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato sulle novità tecnologiche iscriviti alla newsletter gratuita.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome