Due nuovi server Sun con UltraSparc IV

La strada del multicore di Sun è lastricata di buoni propositi, che si concretizzano con un paio server a 64 bit con prestazioni raddoppiate e prezzo inalterato.

13 settembre 2004

Sun si appresta a presentare i frutti della propria nuova strategia server, ovvero i sistemi basati su processori UltraSparc IV, destinati a comporre un'offerta tendenzialmente "low-end" rispetto al passato.


Si tratta dei modelli SunFire V490 e V890, server che saranno presentati alla comunità tecnologica e finanziaria americana il prossimo 21 settembre a Wall Street e che, comunque, proprio di fascia bassa (così come la intendiamo noi di qua dall'oceano) non sembrano, essendo, rispettivamente, sistemi a 4 e a 8 vie che fanno fare un salto di qualità agli omologhi attuali, SunFire V480 e V880.


Quelli attualmente in circolazione, infatti, sono basati su processori UltraSparc III, ovvero chip a 64 bit single core.


Mentre i nuovi sistemi sfrutteranno le capacità dual-core della nuova generazione Sparc, la quarta (e anche l'ultima, pare, curata direttamente da Sun, dato che la prossima infornata di Sparc64, con nome in codice Olympus, la farà Fujitsu).


La circostanza che Sun possa collocare i nuovi server nella fascia "low end" è determinata dal fatto che è intenzionata a offrirli allo stesso prezzo di quelli attualmente in commercio.


Trattasi, quindi, di fascia bassa commerciale, e non prestazionale, figlia di quell'ormai classico meccanismo che regola il mercato server, e che stabilisce una maggiore capacità elaborativa a costi invariati.


Sul piano meramente operativo, quindi, le performance delle macchine, con gli UltraSparc IV a 1,05 e 1,2 GHz, aumentano. E lo fanno su una scala che le porterà a un ulteriore raddoppio quando saranno pronti, fra nove mesi, gli UltraSparc IV+, con il multicore per il "throughput computing" che, di fatto, costituirà un ulteriore scalata sul fronte prestazionale.

CONDIVIDI

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here