Dell e le stampanti: connubio possibile?

Ritornano le voci di un possibile impegno diretto di Dell nel mercato delle stampanti. Ma in quale modalità?

27 maggio 2002 Se ne era parlato già qualche settimana fa, quando
voci insistenti davano per imminente addirittura l'annuncio dell'acquisizione di
Lexmark da parte di Dell.
Ora le voci ritornano, e con tutto un altro
spessore, ma la direzione è sempre la stessa: l'ingresso della società guidata
da Michael Dell nel mercato delle stampanti.
Va detto, a onor del vero, che
Dell in questo momento già distribuisce macchine di produttori quali Hp,
Lexmark, Epson e Canon, ma è altrettanto vero che è del tutto assente dal ben
più remunerativo mercato dei consumabili.
Ecco perchè gli analisti, in
questo caso in prima fila Bear Stearns, stanno analizzando tutte le possibili
modalità con le quali l'azienda potrebbe fare il fatidico passo. Che poi non
sono molte. La società potrebbe lanciare una propria linea di stampanti; potrebbe
acquistare un produttore; potrebbe infine rivendere sotto proprio marchio
macchine prodotte da uno dei top vendor.
Ovviamente nessuno in Dell si
sbilancia in dichiarazioni che confermino la veridicità o la plausibilità di
questi scenari, ma gli analisti si spingono oltre, cercando di capire chi, tra i
principali player di questo settore abbia più da perdere da un possibile
ingresso di Dell nel mercato.
Fermo restando che tutti avrebbero da perdere
se Dell entrasse dirattemente in competizione, data la spasmodica attenzione
ai costi di produzione della società, pare che particolarmente penalizzata
sarebbe Hp, che non solo ascrive al business delle stampanti quasi il 70% del
proprio profitto, ma che veicola attraverso Dell un numero davvero elevato di
macchine.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome