Home Digitale Dati biometrici, un problema per l’Italia

Dati biometrici, un problema per l’Italia

Dalle foto del passaporto all’accesso ai conti bancari con le impronte digitali, l’uso dei dati biometrici sta crescendo a un ritmo esponenziale.
Sebbene l’utilizzo (ad esempio) di un’impronta digitale possa essere più facile che digitare una password, cosa sta succedendo ai dati biometrici una volta raccolti, specialmente per quanto riguarda i governi?

Comparitech ha recentemente aggiornato il proprio studio sui dati biometrici per includere 96 paesi.
La società ha scoperto dove vengono raccolti i dati biometrici, per quale ragione e come vengono archiviati, esplorando anche gli ultimi aggiornamenti biometrici durante la pandemia in corso.

C’è un enorme gamma di utilizzi per la raccolta di dati biometrici, quindi Comparitech ha identificato otto aree chiave che si applicano alla maggior parte dei paesi (in modo da offrire un confronto equo paese per paese e garantire che i dati siano disponibili). Ogni paese ha ottenuto un punteggio su una scala fino a 31 punti, con punteggi bassi che indicano un uso estensivo e invasivo della biometria e / o sorveglianza e un punteggio alto che dimostra migliori restrizioni e normative riguardanti l’uso e la sorveglianza biometrici.
Quindi, per sottolineare come l’attuale uso biometrico per scopi COVID-19 influisce sul punteggio di un paese, Comparitech ha dedotto un punto per ogni area biometrica introdotta come misura di controllo di emergenza (sei aree in totale).

Se vedere la Cina in cima alla lista forse non è una sorpresa, i cittadini di altri paesi potrebbero essere sorpresi e preoccupati per l’entità delle informazioni biometriche che vengono raccolte su di loro e cosa sta accadendo in seguito.

In particolare, l’Italia si colloca alla decima posizione fra le peggiori nazioni da questo punto di vista,  a pari merito con stati in cui la democrazia e i diritti civili non sono esattamente allo stato dell’arte. Moltissimo lavoro rimane da fare da questo punto di vista, e il combinato disposto di emergenza coronavirus e crisi politica non fa certo sperare in miglioramenti a breve termine

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato sulle novità tecnologiche

css.php