Home Digitale Come accedere ai siti della Pubblica Amministrazione dal 1 marzo 2021

Come accedere ai siti della Pubblica Amministrazione dal 1 marzo 2021

Come stabilito dal Decreto legislativo numero 76/2020, per Misure urgenti per la semplificazione e l’innovazione digitale, meglio conosciuto come il Decreto Semplicazioni, dal primo marzo 2021 l’accesso ai siti della Pubblica Amministrazione da parte dei cittadini può avvenire solamente in tre modalità.

Si può accedere ai siti della PA, infatti, utilizzando il Sistema Pubblico di Identità Digitale, lo Spid, con la Carta di Identità Elettronica, la Cie, o la Carta Nazionale dei Servizi, Cns. e quindi tramite dispositivo che legge i certificati digitali.

Questo significa che le credenziali esistenti, create da e con singoli enti, vengono a decadere e saranno gradualmente eliminate.

Per richiedere lo Spid seguite la nostra breve guida.

Richiedi lo Spid

Le indicazioni dell’Agenzia delle Entrate

A iniziare questa operazione di migrazione è l’Agenzia delle Entrate, che dal 1° marzo 2021, in linea con quanto disposto dal Decreto Semplificazione e Innovazione digitale (DL n. 76/2020), non rilascerà nuove credenziali Fisconline ai cittadini.

Restano valide, comunque, le credenziali Fisconline già in possesso degli utenti e in uso, ma verranno dismesse il 30 settembre 2021.

Dal 1° marzo, quindi, il cittadino che non possiede le credenziali Fisconline potrà accedere all’area riservata dei servizi online dell’Agenzia utilizzando esclusivamente una delle tre modalità di autenticazione universali, SPID, CIE o CNS, riconosciute per accedere ai servizi online di tutte le Pubbliche amministrazioni.

Nella fase transitoria gli utenti in possesso al 1° marzo 2021 delle credenziali Fisconline, fornite dall’Agenzia (codice fiscale, password e PIN), potranno continuare a utilizzarle per accedere ai servizi telematici e sarà ancora possibile il rinnovo delle password scadute. Non saranno più rilasciate, invece, nuove credenziali, mentre quelle già in uso saranno valide fino 30 settembre 2021.

Dal 1° ottobre 2021, quindi, le credenziali Fisconline non saranno più attive e sarà necessario accedere, a scelta, con uno dei tre strumenti, Spid, Cie o Cns. Per chi già accede con questi strumenti non cambia nulla. Chi non ne avesse uno dovrà dotarsene.

Accesso per professionisti e imprese

Nulla cambia, invece, per professionisti e imprese.

I professionisti e le imprese in possesso delle credenziali Entratel, Fisconline e Sister, rilasciate dall’Agenzia, potranno continuare a utilizzarle anche dopo il 1° marzo 2021 e fino alla data che sarà stabilita con un apposito decreto attuativo, come previsto dal Codice dell’amministrazione digitale.

Le persone fisiche, prima di poter operare per le società e/o per gli enti per i quali siano stati autorizzati, devono identificarsi.

Dal 1° ottobre 2021 potranno farlo esclusivamente con Spid o Cie o Cns, a meno che siano titolari di partita IVA.

Per utilizzare alcune funzioni dei prodotti software, scaricabili gratuitamente dal sito dell’Agenzia, è necessario avere il codice PIN. Chi si identifica con Spid, Cie o Cns, può comunque richiedere il codice PIN all’interno dell’area riservata.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato sulle novità tecnologiche

css.php