Il CFO del futuro deve lavorare in cloud

Il ruolo della funzione finance nelle aziende si sta ampliando: se in passato il direttore finanziario era considerato un “co-pilota” affiancato alla guida dell’azienda, adesso i CFO hanno la possibilità di diventare agenti del cambiamento nell’organizzazione, innovando oggi, prevedendo ciò che avverrà a breve termine, dando forma a ciò che accadrà in futuro.

Un esempio potrà chiarire cosa sta avvenendo e lo facciamo con l’aiuto di Alessandro Evangelisti, Finance and Supply Chain Cloud Evangelist di Oracle.

Immaginiamo un CFO che si trovi fuori ufficio - spiega Evangelisti - e improvvisamente riceva un messaggio urgente, in cui si segnala che un’offerta presentata all’ultimo minuto da un concorrente potrebbe pregiudicare un’acquisizione che la sua azienda sta cercando di chiudere nell’immediato.

Nella sua mente si agiteranno molte domande. Cosa fare? Alzare l’offerta, e se sì di quanto? Se si alza l’offerta, sarà ancora un affare conveniente?

Se il machine learning, le tecnologie di interazione vocale, l’automazione intelligente e molto altro lavorassero in modo integrato con i sistemi di gestione finanziaria, si potrebbero avere le risposte nel giro di minuti.

Ma prima di arrivare a questo, spiega Evangelisti, è necessario che il CFO sia già diventato l’agente di cambiamento, essendosi reso conto che i sistemi ERP su cui ha fatto affidamento e che hanno sempre ben servito le esigenze del business non sono più in grado di tenere il passo con le nuove tecnologie e opportunità di utilizzo che emergono ogni giorno.

Alessandro Evangelisti, Finance and Supply Chain Cloud Evangelist di Oracle

Aspettando il machine learning

L’ERP del futuro sarà basato sul machine learning, ma può già oggi automatizzare l’operatività quotidiana, così che le persone possano dedicarsi al business in modo strategico, invece che a processare transazioni e generare report.

Dato che le aziende producono e ricevono un’infinita quantità di dati da fonti interne ed esterne, sono gli specialisti finance ad essere nella migliore posizione per migliorare radicalmente la produttività e connettere informazioni storiche e predittive con la pianificazione e gli obiettivi strategici.

Le applicazioni ERP cloud-based con funzionalità di machine learning integrate sono essenziali per rinnovare in questo modo la funzione finance. Infatti, esse eseguono in modo continuativo e in background compiti ad alta intensità di lavoro, imparano mentre lavorano, fanno emergere nuove opportunità di efficienza. Allo stesso tempo, forniscono rapidissime risposte per scenari “what-if” impostati tramite chatbot, cruscotti operativi ed altri strumenti.

Il CFO deve cambiare adesso

Continuare a fare le cose come si è sempre fatto è rischioso, sostiene Evangelisti. L’incertezza è la nuova normalità e saper gestire il business in un quadro di incertezza è fondamentale. Non è più sufficiente saper cambiare velocemente: le aziende che vogliano essere competitive devono anche avere una visione affidabile su come futuri, potenziali scenari potrebbero incidere sulle loro performance.

Già oggi, Evangelisti cita una ricerca di Oracle, quasi la metà (il 49%) delle aziende agili hanno cambiato i loro modelli di business e si stanno muovendo per abbandonare un modello operativo impostato su un singolo obiettivo, smettere di processare transazioni ad alta intensità di lavoro per automatizzare il più possibile le attività di routine, smettere di “copiare” modelli di organizzazione agile e costruire invece sistemi di business agili, smettere di gestire grandi quantità di dati in autonomia, abbandonare tecnologie compartimentate e rigide.

Per capire come le cose possano cambiare, spiega Evangelisti, basti pensare alle tradizionali previsioni di vendita sui 12 mesi. Usando delle applicazioni cloud intelligenti, le aziende possono aggiornare le previsioni in tempo reale, sfruttando dati contestuali raccolti in profondità per apportare ogni giorno i necessari aggiustamenti.

Questo è uno dei motivi per cui stiamo vedendo rinascere pratiche come il budgeting zero-based, che si basano su revisioni e riaggiustamenti continui nella gestione e pianificazione degli asset, realizzate sulla base di dati correnti.

Dare alla divisione finance gli strumenti per il futuro

Per aggiornare i sistemi ERP di ieri, spesso è necessario realizzare re implementazioni che richiedono tempi lunghi e sono costose, il che di fatto vuol dire che un’azienda può godersi i vantaggi di avere un software di nuova generazione solo ogni due anni, cinque anni (o anche più). Il cloud cancella tutto questo e lo sostituisce con: un ritorno sull’investimento più elevato di 3,2 volte e il 52% in meno di costi operativi; la totale rimozione del rischio dell’obsolescenza tecnologica.

Passare al cloud sarà l’ultimo aggiornamento di cui si avrà mai bisogno. Il cloud è sempre aggiornato con le funzionalità più recenti e con le esigenze legislative e normative del proprio mercato. Questa è una vera innovazione continua, che mette in campo nuove, moderne best practice e strumenti, con regolarità.

Con un partner di fiducia cui affidarsi come cloud provider (ed esperto tecnologico), la divisione finance ottiene quel che serve per offrire il contribuito strategico necessario per il futuro delle organizzazioni.  Inoltre, nella guerra per assicurarsi i migliori talenti – specialmente nell’ambito finance –  dare alle persone l’opportunità di aiutare a dar forma al futuro di un’impresa, invece di limitarsi a “gestire numeri” – è un ottimo vantaggio.

Quando chi guida la divisione finanziaria diventa un agente di cambiamento, adottando l’innovazione continua consentita dall’ERP in cloud, è possibile ottenere molti vantaggi. Si possono generare migliori insight; si riesce a rispondere meglio ai requisiti normativi; si può automatizzare così da fare diventare pratica standard un modello di management-by-exception, che interviene solo quando necessario; si possono adottare gerarchie flessibili, creare strumenti di reporting dinamici, testare e analizzare scenari;  ottenere una migliore comprensione degli investimenti, per esercitare un controllo dei costi in modo allo stesso tempo agile e robusto.

ERP in cloud è il futuro del finance

La tecnologia sta generando una nuova ondata di opportunità per migliorare la produttività del business e chi guida la divisione finance ha la possibilità di guidare questo cambiamento. I sistemi ERP tradizionali, on-premise, semplicemente non danno più ai manager finance e ai loro team gli strumenti necessari. I CFO che adotteranno la tecnologia giusta saranno meglio equipaggiati per anticipare e prevedere il futuro, diventando gli agenti di cambiamento e i leader di cui ogni azienda ha bisogno per il successo.

 

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato sulle novità tecnologiche iscriviti alla newsletter gratuita.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome