Home Digitale Centro Computer: nel 2022 fate innovazione con i servizi gestiti

Centro Computer: nel 2022 fate innovazione con i servizi gestiti

L’intervista a Roberto Vicenzi, di Centro Computer.
A distanza di un anno dal varo a livello europeo del recovery plan, che in Italia ha portato al PNRR, 01net realizza un’inchiesta, basata su un ciclo di interviste con le principali società che operano in Italia nell’ICT sulla loro strategia per la digitalizzazione delle aziende italiane nel 2022.
Parliamo con loro di quattro temi cardine della trasformazione digitale: resilienza, cybersecurity, cloud, sostenibilità ambientale e sociale e le risposte consentono di costruire la mappa di partecipazione delle realtà ICT alla crescita del Paese in senso digitale.
E c’è un tema in più, il quinto: con spirito consulenziale, chiediamo di fornire agli imprenditori italiani un’idea in più, capace di produrre valore immediato sul piano dell’efficienza e della competitività.

Per Centro Computer ci ha risposto l’Amministratore Delegato e Digital Innovation Manager, Roberto Vicenzi.

Un anno dopo il Recovery Plan, a che punto siamo con la reale trasformazione del Paese: con quali soluzioni, competenze e servizi partecipate alle missioni del PNRR che coinvolgono il digitale?

Il Piano Nazionale di Ripresa e Resilienza è un documento predisposto dal Governo italiano per rilanciarne l’economia dopo la pandemia di Covid-19, al fine di permettere una nuova crescita e lo sviluppo digitale della nostra Nazione.

Il termine “Ripresa” è di facile interpretazione. L’obiettivo è la ripartenza delle imprese e delle azioni necessarie perché queste possano tornare a crescere e a generare nuovi posti di lavoro.

Il termine “Resilienza” è diventato d’uso comune anche in ambito tecnologico con la pandemia Covid-19. Deriva dal latino “resilire”, che letteralmente significa “rimbalzare”, fino a qualche anno fa veniva utilizzato molto in psicologia, a significare la capacità di un individuo di affrontare e superare un evento traumatico o un periodo di difficoltà. Oggi la parola resilienza è divenuta una delle leve fondanti dell’economia a livello mondiale.

Se a resilienza però attribuiamo il significato di “rimbalzare” come un ritorno alla situazione pre-pandemia non stiamo guardando nella direzione giusta. Dobbiamo pensare alla resilienza come alla capacità di reagire adattandosi alla nuova normalità con l’adozione di abitudini e strumenti che ci proiettino verso la creazione di un futuro migliore.

Questo il significato che riteniamo debba essere attribuito ai termini cardine del PNNR. Il Piano certamente porterà a cascata benefici a tutta l’economia italiana e in modo particolare al settore IT poiché molti degli investimenti riguardano l’innovazione all’interno delle aziende, con l’obiettivo di spingere la Digital Transformation per essere più competitivi e migliorare i servizi al cliente. Centro Computer si occupa di trasformazione digitale da sempre e supporta e consiglia le aziende nelle scelte da intraprendere per non subire, bensì essere protagoniste attive della trasformazione digitale.

Anche all’interno della nostra organizzazione operiamo per essere i primi a testare quelle stesse soluzioni che poi permettono anche ai nostri clienti di restare competitivi e, a oggi, di affrontare e superare un periodo di crisi a livello mondiale così impegnativo.

Il 2021 è stato l’anno in cui il tema della cybersecurity è atterrato in tutte le imprese. Quali prospettive concrete vi siete dati per il 2022?

La cybersecurity non è più questione di cultura manageriale ma è una necessità di tutte le imprese.

Gli attacchi hacker si diffondono sempre di più; arrivano da tutto il mondo e possono colpire ogni azienda.

La sicurezza informatica è l’insieme dei mezzi, delle tecnologie e delle procedure tesi alla protezione dei sistemi informatici in termini di disponibilità, confidenzialità e integrità dei beni o asset informatici.

Realizzare una difesa completa a 360 gradi per le aziende è sempre più difficile, anche per quelle organizzazioni fortemente specializzate come la nostra. In seguito ai recenti attacchi subiti da diverse organizzazioni e riportati dai media è cresciuta la sensibilità e l’attenzione dei manager IT di tutte le aziende. Questo nel 2021 ha portato un incremento di business importante sulla sicurezza che riteniamo continuerà a crescere anche nel 2022. Strategico e importante per Centro Computer SPA è l’essere entrati a fare parte del Gruppo Project nel 2021 perché questo ci consente di trasferire ai nostri clienti le diverse skills sulla cybersecurity delle varie società del Gruppo e valorizzare al massimo il SOC (Security Operation Center) 7×24 messo a disposizione da Project Informatica e sempre disponibile ai clienti, soprattutto nei momenti di emergenza.  Quando un’azienda subisce un attacco cyber e ha bisogno di un supporto costante da remoto, SOC in aggiunta all’assistenza on site, svolge tutte le attività di verifica o di risoluzione del problema necessarie.

Componente fondamentale della trasformazione digitale è il cloud. Quali sono le scelte che dovranno compiere le aziende italiane nel 2022?

La maggior parte delle medie e grandi aziende ha già fatto importanti investimenti nel Cloud.

Le scelte principali che le aziende dovranno fare vanno dalla selezione di vendor e software a quella di un partner di supporto IT, (come ad esempio Centro Computer e le consociate del Gruppo Project) fino all’acquisto di prodotti software e servizi di assistenza. I servizi in modalità MSP (Managed Service Provider) che consentono di usufruire di software e servizi ritagliati sulle reali esigenze del cliente tramite canone annuale sono sicuramente una formula cui già molte aziende ricorrono e che vedrà a nostro parere un’ulteriore e costante crescita.  La strategia del Cloud diventa avere dei costi operativi certi o preventivabili secondo le necessità o l’evoluzione dell’azienda.

Dopo il Cop26 si è capito che la sostenibilità, sia ambientale sia sociale, oramai riguarda non solo tutti i Paesi ma anche tutte le aziende. Qual è la vostra strategia riguardo questi temi?

La nostra organizzazione è sempre stata attenta alla sostenibilità ma occorre fare qualcosa di più rispetto alle scelte obbligatorie che la comunità ci impone di rispettare.

Siamo molto attenti alla raccolta differenziata presente in azienda e svolgere attività interne per ridurre al minimo il consumo di plastica.

Il Gruppo Project ha avviato un percorso che porterà nel 2022 alla presentazione del proprio Bilancio di Sostenibilità al fine di investire e impegnarsi per rendere la realtà aziendale sempre migliore, per chi ci lavora, per i partner, per il territorio e per i Clienti.

L’idea ICT del 2022

Se doveste proporre un unico investimento (prodotto, soluzione, metodologia) a un’azienda italiana, una scelta capace di produrre da subito un beneficio a livello di efficienza e competitività, su cosa verterebbe il vostro consiglio?

Il nostro consiglio è sulla metodologia. Ogni azienda “vive di luce propria” e ha specializzazioni o un mercato che solo lei conosce nel migliore dei modi. La scelta di un partner IT di fiducia in grado di fornire un servizio di consulenza tecnica altamente specializzata e che proponga soluzioni innovative è il primo passo da fare. Siamo convinti che la formula dei servizi gestiti a canone (MSP) sia un sistema che abilita le aziende all’innovazione costante e continua, che sgravi da una serie di problematiche e di costi imprevisti e che consenta una gestione flessibile della propria infrastruttura IT. Questo il consiglio che ci sentiamo di fornire alle aziende che seguiamo e che da anni credono nella professionalità e serietà di Centro Computer.

Leggi tutti i nostri articoli su Centro Computer

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato sulle novità tecnologiche

css.php