Centralizzare i servizi aiuta la compliance

Uno studio mondiale di Deloitte dice che i servizi di base unificati facilitano l’applicazione della Sarbanes-Oxley.

Uno studio di Deloitte condotto a livello mondiale su un campione di grandi imprese ha decretato l'assoluta centralità della centralizzazione dei servizi aziendali nel caso di implementazione di procedure di regulatory compliance, quelle, per intenderci, necessarie a certificare la compatibilità dei processi amministrativi con le leggi vigenti, di cui la ormai famosa Sarbanes-Oxley è l'esempio più lampante.


La società di analisi ha intervistato 115 responsabili dei servizi centrali di altrettante società, metà delle quali ha un fatturato medio annuo di 5 miliardi di dollari, mentre un quarto supera i 15miliardi.


Grandi realtà, quindi, ma pur sempre un esempio di cui tener conto.


Lo studio ha sancito che laddove le funzioni organizzative di base, come la contabilità, la gestione paghe em in genere, le risorse umane, sono centralizzate, l'implementazione di soluzioni di regulatory compliance avviene in maniera immediata, indolore ed efficacemente.


Dell'idea, infatti, è ben l'82% degli intervistati.


Centralizzare le funzioni di base, quindi, aiuta la regolarità delle procedure.

CONDIVIDI

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here