Cedacri nomina il suo nuovo AD: è Corrado Sciolla

Corrado Sciolla Cedacri

Il nuovo Amministratore Delegato di Cedacri è Corrado Sciolla. Lo ha stabilito oggi il Consiglio di Amministrazione della società che si è riunito sotto la presidenza di Renato Dalla Riva.

La scelta del nuovo AD, cui sono state conferite tutte le deleghe per la gestione ordinaria e straordinaria del Gruppo che offre a banche e istituzioni finanziarie servizi e soluzioni informatiche in outsourcing, rientra nell’obiettivo di rafforzare il team manageriale. È suo, infatti, il compito di portare a compimento le strategie di crescita, definite nell’ambito della recente entrata di FSI nella compagine azionaria, aumentando nel contempo la capacità di fornire alle banche clienti un servizio eccellente e una continua innovazione tecnologica.

A conclusione di un processo di selezione lungo e accurato ­– ha commentato Renato Dalla Riva, Presidente di Cedacri –, ci siamo rivolti a Corrado Sciolla nella certezza che le sue competenze ed esperienza porteranno a Cedacri un contributo decisivo per consolidare la sua leadership e realizzare gli ambiziosi piani di sviluppo che ci prefiggiamo”.

Sono molto contento di entrare a far parte del mondo Cedacri – ha affermato il nuovo Amministratore Delegato Corrado Sciolla –. Sono sicuro che insieme riusciremo a crescere e a rappresentare un elemento chiave per l’evoluzione tecnologica del sistema bancario italiano”.

Un curriculum all'insegna delle telecomunicazioni

Piemontese, Corrado Sciolla si è laureato in ingegneria elettronica al Politecnico di Torino nel 1988. Nel 1996 è entrato in McKinsey come Engagement Manager per i settori retail e telecomunicazioni guidando il team dedicato alla nascita di WIND. Nel 1999 è approdato in News Corporation con il ruolo di Business Development. Nel 2001 è entrato in WIND come Direttore Generale Operativo, realizzando l’integrazione di Wind e Infostrada.

Nel marzo 2004 è stato nominato Amministratore Delegato di Albacom, operatore B2B di telecomunicazioni. In tale ruolo ha contribuito al turn around dell’azienda che è diventata BT Italia e si è trasformata nel principale concorrente di Telecom Italia sul mercato Italiano dei servizi alle aziende.

Nel dicembre 2010 è stato nominato Amministratore Delegato di BT France (ruolo che ha ricoperto insieme a quello di AD di BT Italia). Nel 2013 ha assunto il ruolo di Presidente di BT Global Service con la responsabilità di Sud Europe e Sud America. Nel 2014 ha assunto la carica di Presidente di BT per l’Europa continentale. Nel 2016 è entrato in IOL come consigliere di amministrazione. Nel 2017 è uscito da BT e nell’aprile 2018 è diventato Consigliere di CAREL Industries dove è anche Lead Independent Director.

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato sulle novità tecnologiche iscriviti alla newsletter gratuita.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here