Business Objects, fuoco sul mid-market

La società ha rilasciato una suite di prodotti di Business intelligence indirizzata alla media impresa, caratterizzata da forte integrazione e spiccata facilità d’uso.

Estrarre valore dalla mole di dati generati dalle applicazioni di business non è una necessità avvertita solo dalle grandi aziende. Da tempo anche le medie imprese riconoscono il significato strategico degli strumenti di intelligenza diffusa, pur riscontrando notevoli difficoltà sul fronte dell'offerta. Per rispondere a un mercato caratterizzato dalle stesse esigenze del settore enterprise, ma con una disponibilità di budget più ridotto e necessità di supporto più spiccate, Business Objects ha messo a punto Business Objects Crystal Decisions, una suite declinata in tre versioni (Standard, Professional e Premium) e indirizzata a tutte le realtà con un fatturato compreso tra i 50 e i 500 milioni di euro.


«Sulla base dei nostri prodotti già disponibili - ha chiarito Fabio Menicanti, amministratore delegato di Business Objects Italia - abbiamo realizzato un'offerta integrata e fortemente caratterizzata da una grande facilità d'uso, garantendo ai nostri partner territoriali di capitalizzare sulle competenze e gli skill maturati nel tempo per sviluppare le verticalizzazioni richieste dal mercato».


Sfruttando la logica dei semilavorati, la nuova suite promette tempi di go live particolarmente ridotti e una politica di pricing a misura di mid-market. In Italia, in questa fascia di mercato Business Objects conta già 700 referenze, un numero che l'azienda pensa di incrementare, facendo leva su alcuni suoi specifici plus: la piena focalizzazione nel settore della Bi, il supporto a molteplici ambienti operativi e una presenza territoriale capace di garantire tutto il supporto tipicamente necessario alle aziende del mid-market. Anche per questo le offerte dei cosiddetti “megavendor” (leggi Microsoft), indirizzate alla stessa fascia di mercato, sembrano spaventare poco l'azienda, per lo meno per quanto concerne la parte medio alta del segmento.
«Gli obiettivi - ha continuato Menicanti - sono ambiziosi. Entro il 2008 contiamo, infatti, di realizzare il 50% del nostro fatturato, locale e mondiale, in questa fascia di mercato: per l'Italia questo significa incrementare di 15 punti l'attuale peso del mid-market».


La prima versione disponibile da subito di Business Objects Crystal Decisione è la Standard Edition, edizione che offre strumenti di reporting, query e analisi specifiche; dashboard e tool di virtualizzazione; dati live all'interno degli ambienti Microsoft (Office e SharePoint); e una piattaforma costruita sulla stessa base di codice usata per la piattaforma Business Objects XI, aspetto che conta di facilitare l'eventuale migrazione alla soluzione bi di classe enterprise.

Le versione Professional, rilasciata nel 2007, aggiungerà rispettivamente alla Standard Edition funzionalità di data integration, mentre la Premium integrerà feature di performance management.

CONDIVIDI

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here