Home Prodotti Software Buffer, lo spazio giusto per tradurre in vantaggi gli investimenti sui social

Buffer, lo spazio giusto per tradurre in vantaggi gli investimenti sui social

Non basta un’iscrizione per garantire a un’azienda una presenza sui social in grado di trasformarsi in strumento di promozione o marketing in più. Al contrario, in assenza di una strategia ben definita e di adeguati strumenti, il rischio concreto è di rivelarsi controproducente. Un rischio che Buffer aiuta a scongiurare.

Le 30 applicazioni essenziali

Orientarsi nel mare di app non è un’impresa facile. A volte addirittura così laboriosa da indurre a rinunciare anche quando si parla di un’esigenza di lavoro. Eppure, a differenza di quelle per giocare o per il tempo libero, trovare le soluzioni giuste per la propria aziende è un’operazione ormai imprescindibile per garantire la flessibilità e la reattività dettate dagli scenari attuali. Per questo, abbiamo pensato di passare in rassegna i cataloghi di app alla ricerca di trenta tra le quali trovare l’insieme indispensabile per la propria azienda.

La piattaforma, in inglese, mette a disposizione una serie di strumenti per gestire tutto quanto possa riguardare l’impegno di un’azienda sui social.

Quindi, prima di tutto strumenti per coinvolgere gli utenti e dati di analisi per interpretare il gradimento dei post dal punto di vista del pubblico.

Ogni post al momento giusto

Nel permaloso mondo social non è sufficiente avere argomenti validi da comunicare. Altrettanto importante sono anche tempi e modi con cui si disegna ogni post. Per riuscirci, serve la giusta combinazione tra testi, immagini e video, con tempi e modalità studiate con attenzione.

Si parte dal semplice cruscotto di base attraverso il quale avere il controllo globale di tutti i post caricati nei social dove si è presenti. Dalla semplice programmazione, fino ai riscontri sul numero di interazioni ed eventuali richieste.

Per chi ha la necessità, il team Buffer è a disposizione per ascoltare le esigenze e studiare insieme tempi e modalità delle campagne. Tra le opportunità utili a stimolare il coinvolgimento, anche la possibilità di un primo commento in prossimità della pubblicazione.

Per chi utilizza anche le storie, un sempre utile promemoria per ricordare quando sia arrivato il momento di inserire un aggiornamento e tenere alta l’attenzione.

Il passo in più Buffer

Dietro le quinte, Buffer offre adeguato supporto anche per la fase di redazione. Tutti gli incaricati, possono condividere e accedere alle bozze dei post, scambiarsi indicazioni reciproche e lavorare su più livelli per la messa a punto dei contenuti.

A sostegno della versatilità, Buffer propone anche un modello imprenditoriale decisamente originale. Gli 85 collaboratori appartengono infatti ia 15 Paesi diversi. Dove vivono regolarmente, mettendo alla prova per primi le potenzialità degli strumenti per la comunicazione a distanza.

Il canone mensile è compreso tra 15 e 99 dollari, variabile a seconda del numero di utenti e di post gestiti.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato sulle novità tecnologiche

css.php