Bsa, 180.000 azioni in un anno

Il consuntivo di un anno di lavoro in Emea e in Italia.

Da Business Software Alliance (Bsa) arrivano i dati relativi alle attività di
contrasto alla pirateria software all'interno delle imprese nel corso del 2006.


Secondo quanto riferisce la stessa associazione, lo scorso anno, in
tutta l'area Emea sono state condotte 180.000 azioni di enforcement nei
confronti di aziende sospettate di utilizzare software illecitamente duplicato,
o comunque installato al di fuori dei regolari contratti di licenza.

Per
quanto riguarda la sola Italia, Bsa ha fornito supporto tecnico per circa 200
operazioni di verifica effettuate dalla sola Guardia di Finanza, nel 67%
delle quali sono stati rinvenuti prodotti illecitamente duplicati, per un
controvalore complessivamente stimabile in circa 3.500.000 euro a prezzi di
mercato.

In tutti i casi di violazione della Legge sul Diritto d'Autore
ai titolari delle imprese è stata contestata una sanzione amministrativa pari al
doppio del prezzo di mercato del software illegalmente utilizzato.

Altre
azioni di supporti ai propri soci membri, per indagare su situazioni di
illegalità particolarmente gravi, hanno consentito di ottenere circa 184.000
euro di risarcimenti per i danni subiti.
Inoltre, le imprese che agivano in
regime di irregolarità sono state portate a investire circa 124.000 euro
ulteriori per dotarsi delle licenze necessarie per i software installati sui
propri computer.

Nell'ambito delle azioni civili, l'incidenza del
software illegale nelle imprese oggetto di verifiche è stata del 100%: tutte si
sono concluse con una transazione stragiudiziale, senza gravare il sistema
giuridico nazionale di nuovi procedimenti giudiziari.

CONDIVIDI

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here