Hp Brite box: approccio open alle reti dei datacenter su Web scale

Logo Hp ServerPartendo dal presupposto che la complessità dei carichi di lavoro su Web scale e il continuo aumento delle esigenze dei clienti per i servizi di rete rischiano di compromettere la scalabilità e l’agilità dei datacenter cloud, Hp ha annunciato una nuova linea di switch open network disponibile sul mercato da fine marzo.

Tra i primi del settore nella categoria emergente degli switch white box di marca, noti come switch brite box, gli ultimi nati sottolineano l’impegno di Hp per accelerare l’adozione delle reti aperte e fornire prodotti ottimizzati e in grado di garantire un time-to-service più rapido.

Si comincia con due switch per l’implementazione datacenter 10G/40G di tipo spine e 10G di tipo leaf. Entrambi saranno disponibili con il sistema operativo Linux e offriranno l’installazione zero-touch del sistema operativo, tramite un caricatore di ambiente di installazione per le reti aperte.

Nella seconda metà del 2015, Hp espanderà la gamma con l’aggiunta degli switch 25G/50G/100G, in grado di adattare più efficacemente l’infrastruttura di rete in base ai requisiti di applicazioni e carichi di lavoro specifici.

Fornita sul mercato grazie alla joint venture siglata con Accton Technology, quella indirizzata a clienti che gestiscono datacenter su Web scale di prossima generazione, è una soluzione software di rete disaggregata che, basata sui nuovi switch per reti aperte con marchio Hp, fa il paio con una vasta scelta di sistemi operativi di rete.

Obiettivo: supportare i carichi di lavoro generati da cloud, applicazioni mobile, social media e Big data offrendo, al contempo, team di vendita dedicati, un’ampia scelta di hardware e software in aggiunta a switch di marca supportati da una rete mondiale di servizi e assistenza forniti a livello locale tramite Hp Technology Services finalizzata a semplificare le operazioni e a ridurre i rischi legati alla supply chain.
Proprio per assistere i clienti nella trasformazione della rete e nella realizzazione di un datacenter su Web scale, Hp Technology Services ha annunciato Hp Trusted Network Transformation, un approccio end-to-end alla gestione del rischio negli ambienti complessi basato sulla prevenzione proattiva di problemi e downtime non pianificati.

Infine, la nuova partnership di Hp con Cumulus Networks per i sistemi operativi di rete Linux di quest’ultima consentirà di proporre i nuovi open switch con marchio Hp sfruttando una gamma sempre più vasta di avanzati strumenti di configurazione, gestione e orchestrazione disponibili tramite le community Open Source e quelle dedicate alla versione commerciale di Linux.

Messa a punto per accrescere l’agilità dell’infrastruttura It e migliorare il time to market per i servizi It, la nuova linea di prodotti porta, infatti, con sé un Tco inferiore dovuto all’uso di hardware basato su standard e software semplificato, che riduce fino al 68% i costi operativi e di acquisizione.

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato sulle novità tecnologiche iscriviti alla newsletter gratuita.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here