Bea Systems vuole ottimizzare JRockit Java Virtual Machine per Windows Server 2003

Il lavoro del costruttore americano si è concentrato più sulla piattaforma Intel, ma in corsa sono state aggiunte funzionalità specifiche per gestire il nuovo ambiente di Microsoft.

22 aprile 2003 Bea Systems ha affermato che esaminerà un modo per ottimizzare il proprio JRockit Java Virtual Machine (Jvm) per il sistema operativo di Microsoft, Windows Server 2003, che dovrebbe apparire sul mercato tra qualche giorno. Molto del lavoro di ottimizzazione già realizzato da Bea, si è focalizzato attorno alla piattaforma hardware di Intel, invece che sul sistema operativo, centrandolo sui compilatori, sulla generazione del codice, sul threading end-to-end e così via. Ma l'ottimizzazione di JRockit per le attuali versioni di Windows include il supporto degli I/O asincroni per velocizzare le performance del sistema.

Un responsabile della società ha sottolineato la soddisfazione di Bea riguardo alle performance di Jrockit, ma ha anche dichiarato che la società spera che i sistemi basati su Java e sui servizi Web funzionino ancora meglio su Windows e .Net. Nell'ultimo anno Bea ha lavorato con successo per aumentare la propria presenza sulle piattaforme basate su Intel, mentre riduceva la percentuale della propria base clienti che utilizzava la sua piattaforma WebLogic Platform e Jvm sui sistemi Solaris di Sun Microsystems.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome