Barnes & Noble si chiama fuori dalla battaglia dei tablet

Basta con i tablet, considerati un rischio eccessivo nella situazione attuale dell’azienda: il focus resta solo sugli ereader.

Barnes & Noble ha detto basta.
La società ha reso noto che cesserà la produzione e la commercializzazione dei propri tablet Nook, cedendo l’onore delle armi ai suoi competitor dai portafogli più ampi come Amazon, Apple o Google.
Del resto i numeri parlano chiaro: nell’ultimo quarter la società ha registrato un calo del 34 per cento nella vendita di dispositivi e di contenuti.
Di qui la decisione di continuare a progettare e produrre ereader in bianco e nero, focalizzandosi sul target più tradizionale di lettori, evitando l’agone dei tablet.

Un’operazione troppo rischiosa per la società, è stato il commento del Chief Executive Officer William Lynch, che ha spiegato come il rischio capitale a sostegno del business dei tablet sia da considerarsi eccessivo.

In realtà la situazione è tale che gli analisti, pur considerando la misura necessaria, cominciano a dubitare che con la situazione debitoria ormai accumulata da Barnes & Noble sia possibile trovare un acquirente realmente interessato ad acquisire il suo business digitale, se pure alleggerito di una componente importante di costi.

CONDIVIDI

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here