Assunzioni, le agevolazioni 2017 per i datori di lavoro

colloquio lavoro Assunzioni

Nel Corso dell’anno 2017 i datori di lavoro del settore privato che effettueranno assunzioni di nuovo personale potranno usufruire di alcune interessanti agevolazioni fiscali che sono state introdotte con la Legge di Bilancio 2017. Vediamole in dettaglio.

Bonus Garanzia Giovani

Tutti i datori di lavoro del settore privato (sia al Nord sia al Sud) che assumeranno, dall’1 gennaio 2017 al 31 dicembre 2017, giovani “Neet” iscritti al programma Garanzia Giovani e di età compresa tra i 15 e i 29 anni avranno diritto allo sgravio contributivo. Tale sgravio consiste di un massimo di 8.060 euro a lavoratore assunto per contratto di lavoro a tempo indeterminato o apprendistato, con riduzione del 50% nel caso di contratto di lavoro a tempo determinato.

Incentivi assunzioni al Sud

Questa agevolazione contributiva è destinata alle assunzioni a tempo indeterminato, anche in somministrazione o in apprendistato, di giovani in Basilicata, Calabria, Campania, Puglia, Sicilia, Sardegna, Abruzzo, Molise. In dettaglio l’assunzione deve riguardare giovani fra i 15 e i 24 anni, oppure lavoratori con almeno 25 anni senza impiego regolarmente retribuito da almeno sei mesi. Il beneficio è una decontribuzione totale fino a 8mila 60 euro annui per ogni lavoratore assunto, che in caso di part–time si riduce in maniera proporzionale. Se invece il contratto è a termine lo sgravio contributivo è pari al 50% e può essere al massimo di 4mila 30 euro annui. L’assunzione del giovane o del disoccupato deve avvenire tra l’1 gennaio e il 31 dicembre 2017.

Incentivi Alternanza Scuola-lavoro e Tirocini curriculari

Agevolazioni anche per assumere giovani che hanno effettuato in azienda periodi di alternanza scuola-lavoro o tirocini curricolari a partire dall’1 gennaio 2017 e fino alla fine del 2018. Più nel dettaglio, le aziende potranno beneficiare dell’esonero contributivo per un importo massimo di 3.250 euro relativamente all’assunzione a tempo indeterminato, di giovani che hanno svolto presso il medesimo datore di lavoro periodi di alternanza scuola lavoro pari ad almeno il 30% delle ore di lavoro oppure periodi di apprendistato per la qualifica e il diploma professionale, diploma di istruzione secondaria superiore, certificato di specializzazione tecnica superiore o periodi di apprendistato in alta formazione. Per ottenere le agevolazioni l’assunzione dovrà avvenire entro 6 mesi dal conseguimento del titolo di studio e le domande dovranno essere inviate all’Inps entro il 31 dicembre 2018.

Bonus assunzioni donne

L’assunzione di donne disoccupate nel corso del 2017 consentirà ai datori di lavoro di beneficiare dello sgravio contributivo del 50% per 18 mesi in caso di assunzioni con contratto a tempo indeterminato o di 12 mesi per contratti di lavoro a tempo determinato. L’agevolazione si rivolge alle donne disoccupate da 24 mesi ma, nel caso di assunzioni in aree svantaggiate o in settori in cui la disparità occupazionale di genere è almeno del 25%, i mesi di disoccupazione richiesti scendono a 6.

Lavoratori over 50

L’assunzione di lavoratori con età pari o superiore a 50 anni e disoccupati da oltre 12 mesi per contratti di lavoro a tempo determinato, indeterminato o per trasformazioni di contratto a termine in indeterminato consente di beneficiare della riduzione del 50% dei contributi per 18 o 12 mesi.

Bonus assunzioni lavoratori in Cigs

Questa agevolazione è rivolta alle assunzioni di lavoratori in Cassa integrazione da almeno 3 mesi e ai dipendenti di aziende beneficiare di Cigs da almeno 6 mesi. Hanno accesso al beneficio tutti i datori di lavoro, comprese le società cooperative che assumono soci lavoratori in rapporto di subordinazione. La misura è concessa al datore di lavoro e consiste in una riduzione contributiva pari al 10% per 12 mesi e in un beneficio economico pari al 50% dell’indennità di mobilità spettante al lavoratore per 9 mesi (lavoratori fino a 50 anni), 21 mesi (lavoratori con più di 50 anni), 33 mesi (lavoratori con più di 50 anni residenti al Sud e nelle aree ad alto tasso di disoccupazione).

Lavoratori con Naspi

Per i lavoratori percettori di Naspi (Nuova Assicurazione Sociale per l’Impiego) e assunti con contratto a tempo pieno e indeterminato, il bonus consiste in un incentivo economico pari al 20% dell’indennità mensile spettante di diritto al lavoratore per il periodo non goduto di Naspi.

Bonus assunzioni giovani genitori

Spetta per le assunzioni in imprese private, società cooperative e studi professionali di giovani di età non superiore ai 35 anni, genitori di figli minori legittimi, naturali o adottivi o affidatari di minori.

In questo caso, al datore di lavoro, spetta per le assunzioni a tempo indeterminato o per trasformazioni di contratti da tempo determinato a indeterminato, un bonus di 5 mila euro nel limite di 5 assunzioni a impresa o società.

 

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here