Apple Pay

Intesa Sanpaolo ha annunciato che è disponibile per tutti i suoi clienti il servizio Apple Pay. Quest’ultimo, è il sistema di pagamento digitale di Apple, utilizzabile mediante iPhone e Apple Watch.

Apple pay funziona nelle app e sul web, ma anche nei negozi fisici, dove il servizio è supportato. Rispetto al procedimento manuale con la carta di credito, rende i pagamenti in mobilità più semplici e veloci. E anche, evidenzia Intesa Sanpaolo nel comunicato di presentazione, più sicuri e privati.

Apple Pay è disponibile su tutte le carte di credito, sulle carte prepagate e sulle carte di debito XME Card emesse dal Gruppo Intesa Sanpaolo. Si tratta di un altro, importante tassello nel processo di digital transformation intrapreso da Intesa Sanpaolo, sottolinea il gruppo bancario italiano. Uno step che conferma ulteriormente la volontà della banca di proporsi come leader anche nel settore dei pagamenti digitali.

Pagamenti digitali

Sicurezza e privacy, afferma Intesa Sanpaolo, sono le caratteristiche principali di Apple Pay. Quando si utilizza una carta di debito o di credito con Apple Pay, il numero della carta non viene mai memorizzato. Ciò non avviene né sul device né sui server di Apple.

Viene invece assegnato un numero identificativo univoco, criptato e archiviato in modo sicuro nell'elemento protetto del proprio dispositivo. Ciascuna transazione è autorizzata con un unico codice di protezione dinamico, che cambia di volta in volta.

Inoltre, Apple Pay è facile da configurare. E consente a chi lo utilizza di mantenere comunque tutti i vantaggi e i benefit offerti dalle proprie carte di debito e di credito.

Apple Pay è supportato sulle più recenti generazioni di iPhone e Apple Watch. Inoltre, online è possibile pagare con Apple Pay anche con alcuni modelli di Mac. Sul sito Apple, a questo indirizzo, sono disponibili tutte le informazioni sui requisiti e su come pagare con il servizio.

Apple PayMassimo Tessitore, Responsabile Multicanalità Integrata Intesa Sanpaolo, ha detto che “Con il lancio di Apple Pay, diamo l'opportunità anche ai nostri clienti iOS di disporre di uno strumento di pagamento all'avanguardia, per fare acquisti nei negozi e on line, con un'esperienza di attivazione e utilizzo veloce, semplice e sicura. L'obiettivo è quello di mettere a disposizione dei nostri clienti soluzioni concrete, in grado di rendere più semplici le operazioni di tutti i giorni. Lo smartphone è sempre più utilizzato, anche nei pagamenti in mobilità: offrire ai nostri clienti la possibilità di pagare con Apple Pay è una prova tangibile dell'attenzione che costantemente riserviamo alla loro soddisfazione, attraverso la proposta delle migliori soluzioni tecnologiche”.

Apple Pay si diffonde in Italia

Intesa Sanpaolo non è l’unico istituto bancario a introdurre il supporto per il sistema di pagamento di Apple.

Anzi, come evidenzia la già citata pagina del sito Apple, è ormai diffuso il supporto per Apple Pay anche nel nostro Paese.

Dalla sua introduzione iniziale, con i circuiti di Unicredit, Carrefour Banca e Boon, molti altri se ne sono aggiunti.

Ad esempio Banca Mediolanum, che ha lanciato il servizio anche con uno spot televisivo, American Express e altri.

Dal punto di vista degli operatori retail è possibile pagare usando Apple Pay in numerosi supermercati e negozi.

Il servizio è fornito ad esempio da Auchan, Esselunga, Leroy Merlin, Mondadori Store e diversi altri.

E poi naturalmente le app: contesto digitale e, se vogliamo, nativo di un sistema di questo tipo. Tra queste: Booking.com, easyJet, Deliveroo e tante altre.

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato sulle novità tecnologiche iscriviti alla newsletter gratuita.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome