Home Apple Primi interventi di sicurezza rapidi Apple: come applicarli a iPhone e Mac

Primi interventi di sicurezza rapidi Apple: come applicarli a iPhone e Mac

Apple ha reso disponibili i primi aggiornamenti di tipo “intervento di sicurezza rapido”, per iPhone con iOS 16.4.1, iPad con iPadOS 16.4.1 e per i Mac con macOS 13.3.1.

Rispettivamente, hanno la denominazione di iOS 16.4.1 (a), iPadOS 16.4.1 (a) e macOS 13.3.1 (a).

Un intervento di sicurezza rapido (Rapid Security Response) è il nuovo tipo di rilascio software progettato da Apple per rendere più tempestiva la distribuzione dei security update per iPhone, iPad e Mac.

Negli ultimi mesi, la società di Cupertino aveva sottoposto a beta test i Rapid Security Response, e ora arrivano i primi aggiornamenti di questo tipo per iPhone e Mac.

Gli interventi di sicurezza rapidi servono per fornire ai dispositivi Apple importanti contenuti di sicurezza tra un aggiornamento e l’altro del sistema operativo. Sono quindi utili per distribuire le patch di sicurezza senza attendere una release di aggiornamento di iOS, iPadOS o macOS, al fine di correggere falle dello stack del software di sistema che sono state rilevate da Apple o che magari sono state scoperte e segnalate dai ricercatori di cybersecurity e che potrebbero essere sfruttate dai criminali informatici.

Questi nuovi update di tipo Rapid Security Response – ha spiegato Apple – vengono forniti solo per la versione più recente di iOS, iPadOS e macOS, a partire da iOS 16.4.1, iPadOS 16.4.1 e macOS 13.3.1.

ios

Di default, il dispositivo consente l’applicazione automatica degli interventi di sicurezza rapidi e, se necessario, richiede il riavvio.

Su iPhone o iPad, è possibile controllare le impostazioni di iPhone o iPad in Impostazioni > Generali > Aggiornamento software > Aggiornamenti automatici, per verificare che l’opzione Interventi di sicurezza e file di sistema sia attiva.

Apple sicurezza macos

Sul Mac, occorre aprire Impostazioni di sistema dal menu Apple, fare clic su Generali nella barra laterale e poi su Aggiornamento software nella lista a destra.

Quindi, fare clic sul pulsante Info accanto ad Aggiornamenti automatici, e infine assicurarsi che l’opzione “Installa interventi di sicurezza e file di sistema ” sia attiva.

Chiaramente, trattandosi di update importanti per la sicurezza di iPhone, iPad e Mac, per Apple l’aggiornamento automatico è preferibile, ma l’azienda lascia comunque la scelta all’utente.

Se si sceglie di disattivare l’impostazione di aggiornamento automatico o di non applicare di interventi di sicurezza rapidi quando Apple li rende disponibili, il proprio iPhone, iPad o Mac riceverà le patch o le mitigazioni in essi contenuti quando queste verranno incluse in un successivo aggiornamento del sistema operativo del dispositivo.

ios

Una volta applicato l’intervento di sicurezza rapido ad iPhone, iPad o Mac, la versione del sistema operativo del dispositivo verrà aggiornata di conseguenza: in questo caso sarà quindi iOS 16.4.1 (a), iPadOS 16.4.1 (a) o macOS 13.3.1 (a).

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato sulle novità tecnologiche

Iscriviti alla newsletter

css.php