<img height="1" width="1" style="display:none" src="https://www.facebook.com/tr?id=1126676760698405&amp;ev=PageView&amp;noscript=1">
Home Apps App mobili sul posto di lavoro: tre tendenze che guidano l'adozione

App mobili sul posto di lavoro: tre tendenze che guidano l’adozione

La vasta diffusione di app permette alle persone di essere produttive da quasi ogni luogo e in molti settori e i lavoratori si affidano sempre di più alle tecnologie mobili per svolgere il lavoro di ogni giorno.

Dai team medici a corto di personale che hanno bisogno di aggiornare le informazioni in maniera rapida, al supporto tecnico sul campo che deve completare le attività e accedere a informazioni critiche in tempo reale. Fino a chi lavora in ufficio e ha bisogno di consultare le comunicazioni e le risorse aziendali da qualsiasi luogo.

ServiceNow – mette in evidenza Jon Sigler, senior vice president of Now Platform dell’azienda – ha assistito a un’incredibile crescita nell’uso di Now Mobile e Mobile Agent negli ultimi due anni: un impressionante aumento del 111% degli utenti nel 2021 e un aumento del 412% dell’utilizzo rispetto all’ anno precedente.

Nel complesso, la diffusione dei client mobili è raddoppiata nel 2021. Sigler cita IDC, secondo cui, nei prossimi 12 mesi, il 47% delle imprese con sede negli Stati Uniti prevede di investire più del proprio budget IT per la mobilità in piattaforme e strumenti per lo sviluppo di app, così come nel monitoraggio, gestione e ottimizzazione delle prestazioni.

In questo momento, secondo Jon Sigler, le tendenze chiave che stanno guidando la crescita nell’adozione dei dispositivi mobili sono tre.

Nuovi modi di lavorare

Gli ultimi due anni hanno cambiato per sempre il nostro modo di lavorare, incluso dove e come svolgiamo il lavoro. Oggi più che mai, la forza lavoro deve essere flessibile e agile per stare al passo con il cambiamento costante. Le app sono un componente chiave che aiuta le organizzazioni a soddisfare questa esigenza.

Sette delle dieci app Now Mobile più utilizzate nel 2021 – sottolinea Sigler –, sono legate alle attività di rientro sul posto di lavoro. Con la riapertura degli uffici, le organizzazioni si sono ritrovate nella nuova realtà del lavoro ibrido: i dipendenti usano le app per trovare e prenotare le scrivanie, presentare attestati sanitari e altro ancora.

Anche chi lavora in prima linea si affida alle app mobili per svolgere il proprio lavoro. Per esempio, un infermiere che fa il giro visite può effettuare una richiesta, inserire dati o controllare lo stato di un paziente su un dispositivo mobile, durante lo svolgimento delle sue mansioni.

Le esperienze mobili costruite ad hoc consentono al lavoro di fluire senza soluzione di continuità tra i vari team.

Consumerizzazione del posto di lavoro

Storicamente – sottolinea ancora Sigler –, i lunghi tempi di implementazione e la mancanza di app ben progettate per favorire una buona customer experience hanno impedito la diffusione dei dispositivi mobili in azienda.

Le organizzazioni oggi devono però fornire un approccio al lavoro senza interruzioni e capiscono la necessità di evolvere la propria tecnologia per rispecchiare quella che i dipendenti usano nella propria vita quotidiana.

Questo significa che le organizzazioni hanno bisogno di esperienze tecnologiche semplici e intuitive. Con ServiceNow, le aziende possono configurare velocemente nuove esperienze mobili user-friendly e rapidamente disponibili per i dipendenti.

Con questo obiettivo in mente, ServiceNow ha recentemente annunciato Next Experience, che offre uno strumento di navigazione moderno e semplificato e riunisce ogni applicazione all’interno della piattaforma dell’azienda, fornendo un’esperienza unica e uniforme.

Potenzialità emergenti del mobile

L’adozione di tecnologie emergenti come l’intelligenza artificiale (AI), la realtà aumentata (AR) e gli strumenti low-code – mette in evidenza Sigler –, ha creato nuovi scenari d’uso per le app sul posto di lavoro.

L’integrazione dell’intelligenza artificiale e del machine learning aiuta le aziende a prevedere e fornire ciò di cui i dipendenti potrebbero aver bisogno, ad esempio suggerendo loro di prenotare una scrivania vicino a un collega o suggerendo agli agenti It di raggruppare le attività in base al tipo di richiesta.

Anche la realtà aumentata e virtuale supportano il lavoro in modo innovativo.

Per chi lavora nell’assistenza sul campo, per esempio, l’AR può servire come un potente strumento per migliorare la sicurezza e l’efficienza.

In questo modo i tecnici possono valutare le situazioni virtualmente, risolvendo un problema a distanza o comprendendo meglio come risolverlo prima di recarsi sul luogo di intervento.

Questo può aumentare la percentuale di risoluzione problemi al primo tentativo, contribuendo a soddisfare maggiormente i clienti e a ridurre al minimo gli spostamenti con i mezzi.

Infine, con l’aumento degli strumenti low-code nell’impresa, le organizzazioni possono accelerare e modulare lo sviluppo e la distribuzione di nuove applicazioni consentendo ai dipendenti di ogni livello di abilità tecnica di creare app per l’ufficio con Mobile App Builder.

Semplici strumenti low-code che aiutano i dipendenti a costruire le proprie soluzioni assicurano che possano creare l’esatta app di cui hanno bisogno, dando loro la capacità di ottimizzare i processi.

Leggi tutti i nostri articoli su ServiceNow

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato sulle novità tecnologiche

css.php