Anche Borland nel board di Eclipse

Il produttore, legato al consorzio dalla sua nascita, diventa uno strategic developer. E proporrà un progetto basato sulla strategia Sdo.

Dopo Bea e Sybase, ora tocca a Borland raggiungere il "board of directors" di Eclipse, e operare al suo interno in qualità di strategic developer.


Anche in questo caso, si tratta del rafforzamento di un legame in atto da tempo - in questo caso sin dalla nascita del consorzio open source - per il quale Borland è ora dunque disposta a pagare una quota pari a 250mila dollari e a donare otto sviluppatori a tempo pieno dedicati.


Dalla mossa dovrebbe scaturire un progetto, gestito in seno al consorzio, che farà perno sulla piattaforma di Software delivery optimization (Sdo) di Borland, e che avrà come oggetto un framework di modeling grafico basato sulla tecnologia utilizzata in Together, il metodo di modeling, appunto, proprio della strategia Sdo.


Together è già compatibile con la base tecnologica della piattaforma Eclipse dal 2002. Al momento, la proposta non è ancora stata sottoposta ufficialmente all'approvazione della Eclipse Foundation.

CONDIVIDI

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here