Home Digitale Amazon Rekognition, stop alla vendita alla polizia americana

Amazon Rekognition, stop alla vendita alla polizia americana

Con un blog post a sorpresa, anche Amazon mette un freno alla tecnologia del riconoscimento facciale fermando le vendite di Rekognition per un anno alla polizia americana.

Dopo la scelta di Ibm di uscire dal mercato del riconoscimento facciale, anche la società di Jeff Bezos si adegua al forte sentimento manifestato dall’opinione pubblica.

Era stato Arvind Krishna, amministratore delegato di IBM, a parlare di “perseguimento della giustizia e dell’equità razziale” alla luce delle recenti proteste scatenate dall’uccisione di George Floyd da parte di un agente di polizia bianco a Minneapolis il mese scorso.

La dichiarazione di Amazon – di sole 102 parole – non ha espresso la motivazione per cui viene messa in atto la moratoria, ma ha osservato che il Congresso americano sembra pronto a lavorare su norme più severe che disciplinano l’uso del riconoscimento facciale.

Speriamo che questa moratoria di un anno possa dare al Congresso abbastanza tempo per attuare regole appropriate e siamo pronti ad aiutare se richiesto“, ha dichiarato la società americana nel post.

Sebbene Amazon abbia ricordato che continuerà a offrire Rekognition ad organizzazioni come Thorn, International Center for Missing and Exploited Children ed altre per aiutare a combattere la piaga del traffico di esseri umani, non ha fatto cenno nè dato indicazioni su come si comporterà nei confronti del Governo federale e di altri uffici da tempo nell’occhio del ciclone per la discriminazione razziale, come ad esempio l’ufficio della Immigrazione.

In questo momento storico è difficile fare ipotesi sulla strada che verrà presa per queste tecnologie; appare tuttavia evidente come etica e tecnologia siano sempre più strettamente connesse. I legislatori sono chiamati ad una urgente ed efficace opera di regolamentazione: temi così delicati non posso essere lasciati in balia degli eventi.

 

 

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato sulle novità tecnologiche

css.php