Home Digitale Amazon Kindle Oasis, leggere è un piacere ovunque ci si trovi

Amazon Kindle Oasis, leggere è un piacere ovunque ci si trovi

Quando nel lontano 2011 Amazon lanciò il primo Kindle sul mercato italiano, pochi previdero il successo eclatante che gli ebook avrebbero avuto nel volgere di pochi anni. Eppure, i vantaggi già allora erano evidenti, primo fra tutti poter portare con sé innumerevoli libri con un dispositivo più piccolo di un quaderno.

Certamente i notevoli progressi tecnici dei vari modelli di Kindle (e l’arrivo di alcuni competitor, primo fra tutti Kobo) hanno contribuito non poco alla popolarità degli ebook; al tempo stesso la biblioteca si è allargata a dismisura: oggi non esiste editore che possa permettersi di lanciare un nuovo titolo che non si anche in formato ebook.

Oltre a definizioni sempre più elevate i Kindle hanno presentato schermi più ampi, retroilluminati e connessioni sia WiFi sia LTE (sui modelli di punta). Ciliegina sulla torta la resistenza all’acqua, che migliora la robustezza degli ebook reader di casa Amazon.

Per questa prova abbiamo voluto testare il top di gamma: un Kindle Oasis da 32 Gbyte, con connessione 4G e WiFi, oltre allo schermo da 7” e 300 Dpi.

Il device che abbiamo ricevuto si distingue senza dubbio dal resto della produzione Amazon sia per le dimensioni ben più generose (schermo da 7” contro i 6” degli altri modelli) sia per la presenza dei tasti voltapagina. Anche l’assemblaggio e i materiali restituiscono un feeling premium, come è lecito attendersi da un prodotto che supera i 300 euro di prezzo al pubblico, ma costa 279,99 euro senza 4G.

Una volta acceso, ci si trova di fronte alla familiare interfaccia Kindle. La velocità d’uso è leggermente superiore a quella di un Kindle Paperwhite, senza far gridare al miracolo. L’aggiornamento della pagina è legato soprattutto alla tecnologia e-ink, mentre la retroilluminazione dell’Oasis è automatica sia per l’intensità sia per la temperatura del colore. È possibile impostare i parametri manualmente, bypassando quindi i sensori di luminosità ambientale.

Nell’uso quotidiano ci siamo trovati bene con le impostazioni automatiche; in caso sia necessario (per esempio, riposando con persone cui la luce pur tenue dia fastidio) si apprezza poter cambiare rapidamente l’intensità della luminosità.

Il fattore di forma scelto da Amazon per il Kindle Oasis rende questo device molto meno rettangolare degli altri modelli. La presenza di una impugnatura con i tasti voltapagina permette la gestione ambidestra a una mano sola: ruotando l’Oasis infatti anche lo schermo ruoterà, permettendo l’uso sia con la mano destra sia con la sinistra.

Nonostante questo, a nostro avviso è più comodo usare l’ebook reader con due mani, parere rafforzato quando si installa una cover.

Per quanto riguarda l’autonomia il Kindle Oasis si comporta più che bene, tenendo debito conto delle funzioni utilizzate. Infatti, con tutte le opzioni attive (rete WiFI e LTE, e luminosità a livello medio) siamo riusciti a leggere un paio di libri prima che il nostro sample alzasse bandiera bianca. Un risultato ampiamente soddisfacente, che diventa ancora migliore attivando la modalità aereo: dopotutto la connessione non è indispensabile durante la normale lettura di un ebook.

Amazon kindle
Da sinistra: Oasis, Paperwhite e Kindle base

Durante la prova, durata alcune settimane, abbiamo alternato l’utilizzo di un Kindle base e di un Paperwhite, entrambi ultima versione.

Tutti i device supportano i formati AZW (il formato proprietario di Amazon), TXT, PDF e MOBI. Per quanto riguarda gli EPUB, molto diffusi negli ebook reader, sarà necessario ricorrere alla conversione in uno dei formati supportati con software molto famosi, come il celebre Calibre.

Oasis è senza dubbio su un livello superiore da ogni punto di vista; il confronto con il Kindle base è impietoso ma anche poco sensato, vista la grande differenza di prezzo: definizione, schermo, impermeabilità sono solo alcune delle differenze fra i due prodotti, destinati senza dubbio a clienti ed esigenze differenti.

Diverso la situazione che si crea nel paragone fra Kindle Oasis e Paperwhite, che nella sua ultima versione guadagna anch’esso l’impermeabilità e il design a filo.

In questo caso, molto dipenderà dalle esigenze e dalle aspettative del singolo utente. È innegabile che il Paperwhite sia un eccellente prodotto, che si distingue per un rapporto prezzo-prestazioni di livello molto elevato.

Inevitabile quindi prendere in considerazione il lato economico dei device di casa Amazon; se cercate il top di gamma e delle prestazioni (incluso lo schermo da 7”) orientatevi senza indugi su Oasis. Paperwhite si fa preferire per un prezzo più basso, e per un uso più comodo a una mano, non potendo contare però sui tasti voltapagina (che abbiamo apprezzato) e su una scocca di materiali meno pregiati.

Noi ci siamo orientati su Oasis: difficilmente cambieremo un ebook reader nel breve termine, e lo schermo si rivela oggettivamente un fattore determinante.

Per tutti i Kindle vale la pena di sottolineare il vero asso nella manica: la sterminata libreria Amazon, dove ben difficilmente può capitare di non trovare un libro che ci interessa leggere, e a prezzi decisamente più popolari rispetto alla controparte cartacea.

In ultimo, vi ricordiamo il programma Kindle Unlimited: si tratta del servizio di Amazon a pagamento, con 30 giorni di prova gratuita, che mette a disposizione degli utenti un catalogo di libri leggibili gratuitamente. Volendo fare un esempio in casa Amazon, è molto simile a Prime Video per film e serie TV. Per i lettori seriali (come chi scrive) si traduce anche in un importante risparmio economico.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato sulle novità tecnologiche

css.php