Alleanza Parallels-Ctera: i cloud service provider ringraziano

partner cloud microsoftÈ un Application packaging standard 1.2 certificato per le proprie proposte Storage-as-a-Service quello ottenuto da Ctera Networks per consentire ai Cloud service provider di sfruttare Parallels Automation.

Intenta a ottenere la certificazione su Aps 2.0 entro il trimestre in corso, la pacchettizzazione dei tool del fornitore attivo nel cloud storage enablement rende disponibili ai cloud service provider interessati servizi di backup e recovery, servizi di file sync and share di livello enterprise e servizi di gestione e ripristino da disastri.

In aggiunta all’automazione dei servizi, i Csp possono ora proporre più facilmente l’upselling di servizi cloud storage ai loro clienti riducendo il loro time to market per massimizzare il fatturato ricavato da ogni utente.

Se ne è accorta Portugal Telecom, fra i primi ad aver approfittato della pacchettizzazione della Cloud Storage Services Platform per Parallels Aps di Ctera, che permette il provisioning sicuro di servizi cloud storage brandizzabili attraverso Parallels Automation.

Il cloud service provider portoghese ha, infatti, lanciato Virtual Disk 360, un nuovo servizio cloud che, utilizzando Parallels Provisioning Platfor, permette di memorizzare e condividere file e cartelle sulla nuvola e da qualunque dispositivo.

La certificazione Aps permette, dunque, di pacchettizzare, implementare ed erogare i servizi basati su Ctera attraverso portali self service e App store, mentre la facilità di erogazione del servizio attraverso Parallels Provisioning Platform ha consentito a Virtual Disk 360 di essere uno dei prodotti finalisti dei 2014 Telecoms.com Award nella categoria “Migliore innovazione cloud”.

Ampiamente utilizzato dai cloud service provider, Parallels Automation rende, infatti, possibile il delivery e il consolidamento dei servizi di fatturazione con altri servizi hosted e basati su cloud, come Microsoft Office365, Cisco WebEx, McAfee Security e altri ancora.

Tra i vantaggi dell’integrazione, la possibilità per i Csp di erogare i servizi richiesti da nuovi clienti mediante workflow predefiniti e piani di servizio flessibili, senza ulteriore lavoro di sviluppo o integrazione. Come nel caso di Virtual Disk 360, i servizi storage Ctera sono, poi, pronti per essere brandizzati dai cloud service provider, che possono così proporre soluzioni Storage-as-a-service con il proprio marchio.
Infine, Parallels Platform promette facilità d’integrazione dell’elaborazione automatizzata dei pagamenti e del monitoraggio dei pagamenti fraudolenti per garantire transazioni sicure con i servizi cloud storage Ctera.

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato sulle novità tecnologiche iscriviti alla newsletter gratuita.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here